Chi è Einar Ortiz, il primo vincitore di Sanremo Giovani

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 24, 2018

Alessandro Mahmoud, madre italiana e padre egiziano, è il vincitore della seconda serata di Sanremo Giovani. Condotto da Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, Sanremo Giovani ha decretato il secondo artista che il prossimo febbraio si aggiungerà ai Big che cercheranno la vittoria, seguendo le orme di Ermal Meta e Fabrizio Moro che se la sono aggiudicata con "Non mi avete fatto niente".

I cantanti si sono esibiti davanti a una rispettabile giuria composta da Luca e Paolo, Annalisa e Fiorella Mannoia, presieduta da Luca Barbarossa. Mahmood, 26 anni, conquista anche il Premio della critica. Accanto a lei anche Federica Carta e Shade, i Negrita e Daniele Silvestri. Le tematiche, fortemente attuali, vengono trattate con un'estrema sensibilità attraverso parole semplici ma dirette e grazie all'interpretazione di La Zero, che nel brano ha inserito incursioni del dialetto napoletano, per enfatizzare ancor di più la forza e la dolcezza della bambina.

Questi Campioni si aggiungono agli altri 11 già annunciati giovedì sera (20 dicembre) ovvero: Paola Turci ("L'ultimo ostacolo"), Simone Cristicchi ("Abbi cura di me"), Zen Circus ("L'amore è una dittatura"), Anna Tatangelo ("Le nostre anime di notte"), Loredana Bertè ("Cosa ti aspetti da me"), Irama ("La ragazza col cuore di latta"), Ultimo ("I tuoi particolari"), Nek ("Mi farò trovare pronto"), Motta ("Dov'è l'Italia"), Il Volo ("Musica che resta") e Ghemon ("Rose viola").

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE