Troppo sale nella dieta corrode le ossa

Barsaba Taglieri
Dicembre 20, 2018

Un consumo troppo elevato di sale rappresenta un pericolo anche per le ossa.

Una dieta di alto contenuto di sale, comune in molti paesi avanzati, non soltanto causa ipertensione e malattie cardiovascolari, ma corrode le ossa dall'interno riempendole di buchi.

I ricercatori della Baker Heart and Diabetes Institute di Sydney hanno effettuato i propri studi su topi da laboratorio per 12 settimane alimentandoli con cibo ad alto contenuto di sale (12 grammi al giorno) per sperimentarne gli effetti, oltre all'ipertensione. Al termine di tre mesi, i ricercatori hanno scoperto che i topi del primo gruppo avevano sviluppato un sistema immunitario iperattivo caratterizzato da una produzione eccessiva di globuli bianchi. Quindi hanno esaminato le ossa, trovandole piene di buchi, come accade in patologie quali l'osteoporosi. Va comunque sottolineato che quelli degli scienziati australiani sono solo risultati preliminari, non ancora pubblicati su riviste scientifiche.

Le nostre ossa non sono solide.

Insolitamente per tale ricerca nella fase iniziale (lo studio non è ancora stato accettato per la pubblicazione, sebbene i suoi risultati siano stati presentati a conferenze nazionali e internazionali), il professor Murphy ha dati umani. Sono costituite da un'impalcatura di cellule ossee, con cellule staminali che hanno il compito di produrre nuove cellule per il sangue. "Quando le cellule immunitarie cominciano a corrodere l'osso, le staminali si diffondono liberamente", spiega lo scienziato. A quel punto cominciano a produrre molti globuli bianchi, che possono intasare i vasi sanguigni e alzare la pressione sanguigna.

Secondo i ricercatori, questo processo, sino ad ora sconosciuto, può spiegare perché la dieta ad alto contenuto di sale causi attacchi di cuore. La ricerca fa parte di una più ampia iniziativa della comunità scientifica globale per riconsiderare le 'malattie cardiovascolari', un concetto attualmente onnicomprensivo per tutti i disturbi cardiaci causati da pressione alta e colesterolo alto: il nuovo studio mostra infatti che anche il sistema immunitario svolge un ruolo di rilievo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE