L'azzardo di Ancelotti ha funzionato

Ausiliatrice Cristiano
Dicembre 18, 2018

Queste le parole di Carlo Ancelotti, intervenuto ai microfoni di Tiki Taka: "Juve?"

"Scudetto? Dobbiamo essere concentrati su noi stessi e non sugli altri, bisogna andare oltre i propri limiti. È stata una partita in equilibrio, il Torino ha fatto la partita che doveva fare con energia e determinazione, poi gli episodi sono stati determinanti".

"Come si motiva la squadra?" È una città abituata a vivere nelle difficoltà e lo fa in maniera molto positiva.

Milik? E' un ragazzo giovane che viene da due anni di infortunio. "Solo in quel caso si può cantare".

"Avevo una passione per l'Inter da bambino, offuscata e un po' cancellata dai miei trascorsi in rossonero". All'inizio ha giocato un po' a corrente alternata, ora sta trovando continuità e speriamo che prosegua in questo modo. Abbiamo parlato di Milik, ma possiamo parlare anche di Mertens e Insigne. "L'Inter è una società forte che vuole tornare ad alti livelli e penso che sia solo questione di tempo". Gattuso? Ha fatto già bene in questa sua esperienza al Milan, ha preso la squadra in un momento di difficoltà, l'ha tirata su e gli ha dato un'identità.

FIGLIO ED EUROPA - "Lavorare con mio figlio è particolare, si ha un rapporto molto più diretto e stretto, anche se poi tutto va riferito anche al resto dello staff che è giovane e competente". Per fare un campionato di vertice allora società e tifosi dovranno avere pazienza. L'Europa League? Ci teniamo molto: non siamo riusciti a fare il viaggio europeo dalla porta principale, ma vogliamo andare avanti il più possibile in Europa League. E' paradossale che si parla molto di Cavani, è apprezzato qui a Napoli, abbiamo una squadra che ha fatto tanti gol soprattutto con gli attaccanti. "Ibra? Credo sia stata una decisione più di Zlatan che del Milan, da quello che risulta". "Ero sicuro che avremmo reagito subito, abbiamo i mezzi per essere competitivi in tutte le competizioni che ci aspettano.", ha infatti rilanciato la sfida il tecnico degli azzurri, prima ancora di conoscere il nome dei prossimi avversari di Hamsik e compagni nei sedicesimi di finale Europa League.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE