Lazio-Eintracht, scontri tra tifosi Ci sarebbero atalantini, denunciata donna

Bruno Cirelli
Dicembre 13, 2018

Dopo essersi staccati dal punto di raccolta i circa 300 tifosi hanno sfilato per le vie del centro vestiti di nero, in silenzio. Prima della sfida hanno trascorso il pomeriggio a piazza del Popolo, lasciando bottiglie di birra e rifiuti di ogni genere. Proprio per evitare tensioni e scontri tra le opposte tifoserie lo stadio e i dintorni saranno sorvegliati con un imponente cordone di sicurezza: i tifosi ospiti saranno scortati da Villa Borghese all'Olimpico a bordo di bus navetta. Cinque tifosi tedeschi sono stati fermati per i disordini fuori dall'impianto sportivo.

Alcuni tifosi tedeschi volevano raggiungere il ponte Duca d'Aosta, vicino al punto di accesso dei supporter laziali, ma sono stati bloccati dalle forze dell'ordine sul Ponte della Musica. Durante la fuga dalla polizia, tra l'altro, alcuni tifosi hanno fatto irruzione nel condominio al civico 3 di piazza Gentile da Fabbriano. Ne è nato un parapiglia, con tanto di tavolini buttati all'aria. I tedeschi chiudono così il raggruppamento al primo posto a punteggio pieno, biancocelesti secondi. Dal giorno dopo sui social sono comparse le promesse di una "vendetta". La Polizia è entrata sulla pista di atletica per tenere sotto controllo eventuali nuovi tentativi di invasione.Roma, Lazio-Eintracht: gli scontri fra i tifosi tedeschi e la polizia In zona piazzale Flaminio, dove fin dalla mattinata hanno iniziato a riunirsi i sostenitori dell'Eintracht, ci sono stati momenti di tensione con lancio di bombe carta e panico tra i passanti, a cui hanno fatto seguito cariche della polizia che si è trovata costretta a delimitare la piazza, piena anche di bottiglie in vetro a terra nonostante il divieto di vendita scattato già da ieri sera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE