F1, Pirelli ufficializza mescole per i primi quattro Gp

Rufina Vignone
Dicembre 13, 2018

Torniamo alle mescole delle prime quattro gare del 2019.

COME CAPIRCI QUALCOSA? Per venire a capo di quella che in apparenza sembra una complicazione - almeno nella necessità di confrontare tempi e prestazioni da una stagione all'altra - basta utilizzare i nomi propri delle mescole, che saranno solo cinque quest'anno, e andranno dalla più dura C1 alla più morbida C5. Le gare interessate sono quelle dell'Australia (15-17 marzo), del Bahrain (29-31 marzo), della Cina (12-14 aprile) e dell'Azerbaijan (26-28 aprile). In Cina e in Azarbaijan invece, si tornerà alla scelta australiana, ovvero C2, C3 e C4 per entrambi gli appuntamenti.

Ogni pilota ha l'obbligo di conservare per il Q3 un set della mescola più morbida tra quelle nominate.

Analizzando le scelte effettuate da Pirelli, si nota come per i GP di Melbourne, Shanghai e Baku il fornitore milanese abbia optato per un sostanziale equilibrio tra le mescole; i compounds che verranno portati sono infatti dal secondo al quarto, esattamente al centro dell'arco di scelte possibili.

ED È GIÀ 2019 La Pirelli ha annunciato le mescole che i team potranno opzionare per le prime quattro gare della stagione 2019 del Campionato Mondiale di Formula 1. Esula da questo discorso il Bahrain: sul circuito dell'emirato vedremo le tre mescole più dure della gamma. I 10 piloti che entreranno nella terza fase delle qualificazioni;dovranno restituire quel set per la corsa, mentre coloro i quali non sono riusciti a qualificarsi per il Q3;lo avranno a disposizione per la gara. I dieci piloti che parteciperanno dovranno restituirlo a differenza degli altri, che potranno utilizzarlo anche in gara.

Infine, i team sono liberi di scegliere quanti treni portare per ogni compound, per un massimo di 13 set per l'intero weekend.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE