Spari al mercatino di Natale, ci sono morti e feriti

Bruno Cirelli
Dicembre 12, 2018

Nella tarda serata hanno scoperto attraverso la Farnesina che era ricoverato in ospedale, in un primo momento si è detto con ferite lievi, poi si è scoperta la gravità della situazione. "Ci sono due deceduti e al momento 8 feriti".

L'attentatore è stato identificato in Chérif, 29 anni, nato a Strasburgo, passaporto francese, con origini nordafricane, era stato schedato per radicalizzazione, e condannato a due anni di carcere nel 2011 per aver aggredito un ragazzo durante una rissa. La schedatura "S" indica i soggetti pericolosi per la sicurezza dello Stato. "La vita deve continuare". Durante la perquisizione effettuata a casa sua nel distretto di Neudorf sono state trovate granate. In Svizzera, Cherif è stato in carcere a Basilea, ha spiegato la portavoce dell'Ufficio federale di polizia, Cathy Maret. 28 anni, di Rovereto, ma residente a Trento, fa il giornalista ed è solito andare settimanalmente al Parlamento Europeo a seguire le sedute per Europhonica, un progetto radio legato al mondo universitario. Molti gli eurodeputati, anche italiani, che si sono ritrovati bloccati dentro i ristoranti e i bar. "Così ha chiamato Caterina Moser, una delle colleghe di Antonio, partita con lui domenica per Strasburgo". Già, i 'gilet gialli': qui sono in azione ai controlli di sicurezza sui ponti di Strasburgo, tra un canale e l'altro. "È una posizione delicatissima, Antonio è molto grave e i medici non sanno se e in quali condizioni potrà sopravvivere". È con loro anche la ragazza di Antonio, Luana Moresco, di Mezzocorona, figlia di un noto ristoratore trentino.

"Inizialmente ci hanno detto solo che Antonio era rimasto ferito - ha continuato Moresco -". La nonna di Antonio è originaria del reggino. La procura di Roma ha aperto un fascicolo dopo il ferimento di Megalizzi. Tutti i canali generalisti all news vanno in onda con aggiornamenti in tempo reale, il Tg2 ha preso la linea per una edizione straordinaria, posticipando la programmazione de "Il Ristorante degli Chef" alle 22.

Le prime immagini dopo l'attacco. Pare che per compiere l'attentato ai mercatini di Natale l'uomo abbia avuto l'aiuto di un complice, anch'egli ancora in fuga. A rivelarlo fonti della polizia citate da Bfmtv. Doveva essere interrogato proprio nella stessa mattina dell'attentato. L'operazione era stata organizzata nell'ambito di un'inchiesta per rapina. Anche il ministro dell'Interno Christophe Castaner ha lasciato in fretta il palazzo presidenziale dell'Eliseo, dopo avere appreso la notizia della sparatoria. Mobilitati anche gli uomini del Gign (Groupe d'intervention de la police nationale) di Dijon. Uno smacco per la polizia francese.

"Non dimenticando, naturalmente, i famosissimi mercatini di Natale, con scene fi festa divenute incredibilmente tristi, e la città di Strasburgo che si è risvegliata sotto shock". O meglio francese diventato.

MACRON - Emmanuel Macron ha espresso via Twitter la "solidarietà dell'intera nazione" alle vittime dell'attacco. Verso mezzanotte il presidente ha raggiunto la cellula di crisi istituita presso il Ministero dell'Interno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE