Borsa: avvio in rialzo per Milano e le piazze principali europee

Paterniano Del Favero
Dicembre 12, 2018

Borse asiatiche in leggero recupero, dopo le turbolenze del caso Huawei.

L'entusiasmo per il primo accordo sui dazi tra Usa e Cina è ormai alle spalle per le principali borse europee, in preda all'incertezza dopo il rinvio del voto sulla Brexit a Westminster.

Cresce l'attesa per la riunione della BCE, in calendario giovedì 13 dicembre, che dovrebbe confermare la fine del quantitative easing.

Petrolio in calo: il Brent segna 59,61 dollari al barile (-0,6%), mentre il Wti 50,73 dollari al barile (-0,53%). Lo spread tra Btp e Bund apre in rialzo a 292,7 punti contro 288 della chiusura di venerdì. Poco sotto la parità il FTSE Italia Mid Cap (-0,34%), come il FTSE Italia Star (-0,3%). Nel listino, i settori tecnologia (-2,18%), automotive (-1,80%) e beni per la casa (-1,43%) sono tra i più venduti.

Recordati, che mette a segno un +0,53%, è l'unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance positiva.

Fra i titoli italiani, si registra il pesante arretramento di Mediaset (-6%) e la scivolata in territorio negativo per Mps (-4,7%) e Saipem (-2,65%), entrambe partecipate dal ministero del Tesoro.

Vendite a piene mani su STMicroelectronics, che soffre un decremento del 2,01%.

In rosso CNH Industrial, che evidenzia un ribasso dell'1,58%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su OVS -2,23%.

Calo deciso per RCS, che segna un -1,34%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE