Di Maio: "Le imprese vanno da Salvini? I fatti al mio ministero"

Paterniano Del Favero
Dicembre 11, 2018

"Ieri hanno fatto le parole e i fatti si fanno al Mise, perché è il Mise che si occupa delle imprese".

Ieri da Salvini, sottolinea il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, "c'erano poco più di 10 sigle noi domani qui al Mise ne riuniamo circa 30. Il nostro obiettivo è creare un tavolo permanente che segua il percorso della legge di bilancio e del decreto semplificazione". Domani si avvierà un "metodo di lavoro", ha concluso. Tanta carne al fuoco, dunque, sostanzialmente sugli stessi temi sottoposti a Salvini sia al Viminale che in Assolombarda: "A me - ha contrattaccato il ministro dell'Interno - interessa la sostanza, io incontro, ascolto, trasferisco, propongo, miglioro, poi a me interessa che il governo nel suo complesso aiuti gli italiani". Quindi per Di Maio va bene lavorare a "soluzioni di compromesso", ma "se mi si chiede di tradire le promesse fatte agli italiani hanno sbagliato persone e governo". "E un'Italia che cresce", conclude.

Per il ministro dello Sviluppo economico nessun dubbio sulle pensioni d'oro: "Vanno tagliate, su questo non si discute, il M5s è per tagliare tutte le pensioni d'oro e ribadiremo la nostra posizione al presidente del Consiglio nelle riunioni di maggioranza".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE