Juventus, l’Uefa si "dimentica" di Cristiano Ronaldo

Rufina Vignone
Dicembre 10, 2018

Un paragone Moratti-Zhang non ha senso, hanno per forza un modo di vivere l'Inter diverso, ma in una cosa sono uguali: "la voglia di vincere".

Ancora una beffa per Cristiano Ronaldo, escluso a sorpresa dal podio del Pallone d'Oro vinto dal centrocampista croato Luka Modric. Parole di Stefano Vecchi, ex allenatore della Primavera dell'Inter intervistato ai microfoni di tuttojuve.com: "I due reparti offensivi sono entrambi di ottime potenzialità, sono entrambe squadre forti, per cui chi avrà la meglio tra l'attacco della Juve e la difesa dell'Inter e viceversa, farà sua la partita". Da 6 invece la sua prestazione per La Gazzetta dello Sport, che lo apprezza per i giochi di gamba e l'illusionismo, ma non per la poca concretezza. Non voglio dire che ai miei tempi fosse piu' difficile: "però abbiamo affrontato situazioni molto diverse e con squadre diverse". Tra i due negli ultimi anni si è consolidata la rivalità tanto che Perez avrebbe voluto sostituire CR7 al Real Madrid proprio con il capitano dell'Inter. Io avevo vent'anni, avevo già detto abbastanza con il Psv e il Barcellona, ma non tantissimo, sicuramente non tutto: ero ancora un progetto di campione, o perlomeno così mi sentivo. Cristiano a 33, da campione fatto. I nerazzurri pian piano stanno risalendo, ma credo che potranno compiere un grande salto quando usciranno dal Fair Play Finanziario. "Per la voglia di gol siamo uguali".

Già contro il Cagliari Cristiano Ronaldo cercò il gol in rovesciata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE