Manovra: Dombrovskis (Ue) invita a cambiarla radicalmente. Goldman Sachs, dal 2019 recessione

Paterniano Del Favero
Dicembre 5, 2018

"Attualmente stiamo avendo discussioni intense con l'Italia", nell'opinione abbiamo concluso che "la procedura per debito era giustificata, gli Stati l'hanno confermato e ora la palla è nel campo dell'Italia", ha affermato Dombrovskis entrando all'Eurogruppo.

"Quello di cui abbiamo bisogno di ricevere sono le proposte che verranno avanzate sui prossimi passi concreti", ha ripetuto il vicepresidente della Commissione. "Tria e Dombrovskis hanno espresso la comune volontà di trovare al più presto una soluzione al contenzioso sulla manovra tra Roma e Bruxelles".

Il numero due di Bruxelles ha poi sottolineato che la strategia del Governo italiano per stimolare la crescita "non sembra funzionare" ed è dunque "necessario che la cambi", perché nel frattempo si comincia a vedere un aumento "considerevole" dei rendimenti dei titoli di stato che pesa sull'economia reale.

Il cambio dei toni del governo italiano è positivo, ma non basterà a evitare la procedura per deficit eccessivo. Nel pomeriggio l'incontro con il ministro dell'Economia Tria.

Goldman Sachs vede nero per l'Italia: una stima aggiornata indica una crescita di appena lo 0,6% nel 2019, nettamente al di sotto dell'1% indicato in precedenza, mentre si ritiene che l'ampliamento dello Spread non sia ancora in grado di convincere il Governo a modificare la manovra e renderla "più credibile".

Al momento, secondo fonti leghiste di Governo, non sono in agenda vertici di governo sulla manovra nella giornata odierna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE