Da Spelacchio a Spezzacchio, l'ironia dei social sull'abete di Roma

Bruno Cirelli
Dicembre 5, 2018

Piazza Venezia, nel centro di Roma, ha accolto stamattina il grande albero di Natale che illuminerà le feste. Arrivato questa notte l'abete sponsorizzato da Netflix è sbarcato a piazza Venezia, dove sarà allestito nei prossimi giorni con 500 sfere e 60.000 luci a led. Il nuovo "Spelacchio" verrà acceso dal sindaco di Roma Virginia Raggi l'8 dicembre. Tuttavia bisogna riconoscere, senza entrare in commenti politici almeno per questa volta, che la povera giunta Raggi non sembra aver proprio fortuna con gli alberi di Natale e non osiamo fare previsioni circa le discussioni che anche quest'anno il mitico abete romano susciterà.

Gli alberi non sono cose, e si può addobbare la città come si deve anche chiedendo allo sponsor di destinare la metà dei 376mila euro impegnati a sostituire le alberature distrutte dalla bufera del 29 ottobre o al ripristino delle disastrate aree giochi delle nostre ville e giardini. Per mantenere le caratteristiche specifiche dell'abete, e consentire un trasporto eccezionale sicuro che rispettasse le misure imposte per legge, alcuni rami sono stati sezionati da esperti del settore secondo una tecnica studiata ad hoc, eseguita in sede di taglio. L'operazione, quindi, per l'Amministrazione comunale è a costo zero. Nessun ramo è stato spezzato durante il trasporto. E' quanto precisano da IGP Decaux, la società che sta curando l'esecuzione del progetto per conto di Netflix, sponsor dell'albero di Natale di Roma. Gli esperti del settore, procedendo dall'alto in basso, stanno aprendo le fronde dell'abete, mettendole in sicurezza una ad una, per ridonare all'esemplare la sua caratteristica forma a cono e riportarlo ad un diametro che alla base misuri 12 metri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE