Sully, il cane di Bush, veglia ancora il suo presidente

Bruno Cirelli
Dicembre 4, 2018

Il cane di Bush ha voluto rendere omaggio al suo padrone.

Gli utenti dei social media hanno ringraziato Sully per i suoi servizi e sono rimasti sconvolti per la lealtà dei cani in genere nei confronti dei loro proprietari. Sully ha un suo profilo Instagram con quasi 90 mila followers e la sua ultima foto caricata sta commuovendo il web.

È diventata virale e ha commosso l'America la foto di Sully, il cane di George H.W. Bush, durante la camera ardente dell'ex Presidente Usa morto lo scorso 30 novembre. Fa parte del corpo dei veterani ed è stato addestrato dai VetDogs americani - un'organizzazione non profit che fornisce "cani da servizio" - per aiutare le persone poco autosufficienti. "Missione completa", ha scritto l'ex portavoce di Bush e signora, Jim McGrath, pubblicando la foto. L'ex presidente, malato di Parkinson, godeva della sua compagnia, ma anche del suo sostegno perché Sully sapeva aprire porte, raccogliere oggetti, chiedere aiuto in caso di necessità. Una curiosità? Porta il nome del pilota eroe che ha fatto l'ammaraggio del volo 1549 nel fiume Hudson a New York nel 2009 (L'aereo di Chesley Burnett Sullenberger, meglio noto come Sully Sullenberger, venne danneggiato da uno stormo di uccelli subito dopo il decollo).

Sully ora ritornerà all'Associazione America's VetDogs prima di cominciare un nuovo lavoro con le truppe in terapie fisiche e comportamentali al Walter Reed National Military Medical Center.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE