Conte: "Evitare l'infrazione è interesse anche della Ue"

Bruno Cirelli
Dicembre 4, 2018

Sul tavolo del G 20 di Buenos Aires è in corso la trattativa sul deficit tra governo italiano e Commissione europea per evitare la procedura d'infrazione sui conti pubblici. "L'atmosfera e' buona, stiamo facendo progressi", ha affermato durante una conferenza stampa a Buenos Aires dove si trova per la riunione del G20. "Non è affatto facile ma sono fiducioso che potremmo raggiungere un'intesa".

Intanto fonti della presidenza del Consiglio smentiscono l'ipotesi di una rimodulazione della manovra di 4,5-5 miliardi di euro con l'obiettivo di abbassare l'asticella del rapporto deficit-Pil al 2,1%.

Al G20 l'Italia tratta con l'Ue sui numeri della manovra (slitta ancora l'approdo in Aula), in particolare quelli di reddito e pensioni.

Manovra: Juncker insiste, non siamo in guerra con l'Italia - "Non siamo in guerra con l'Italia": lo ha ripetuto il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, citato dalla Reuters. All'incontro hanno partecipato anche il ministro dell'Economia Giovanni Tria e il commissario europeo per gli Affari economici Pierre Moscovici.

Di Maio dà la colpa al precedente governo del Pd, "che ha fatto una manovra insipida che non aveva alcun investimento". "Non si è parlato di numeri finali", ha detto Conte al termine del colloquio. Questa è la ricetta economica che serve al Paese. Proprio di fronte ad una "economia che rischia di fermarsi, noi dobbiamo fare una manovra che mette soldi nell'economia", spiega il ministro del Lavoro. "Il clima è proficuo, operativo, costruttivo". Gli interlocutori europei - ha assicurato - "condividono però del tutto la prospettiva italiana di assecondare una crescita che non c'è stata e una politica sociale efficiente". Lo ha detto il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini rispondendo a Maria Latella su SkyTg24.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE