In Cina sono nati i primi essere umani OGM (dice uno scienziato)

Barsaba Taglieri
Novembre 28, 2018

I primi esseri umani geneticamente modificati al mondo?

Secondo la pubblicazione, i dati di ricerca non sono ancora stati pubblicati su riviste scientifiche per la verifica da parte di altri scienziati.

He Jiankui di Shenzhen, questo il nome del ricercatore, ha utilizzato gli embrioni di sette coppie durante il trattamento di fertilità. Il suo obiettivo non era quello di curare o prevenire una malattia ereditaria, ma di provare a conferire un tratto che poche persone hanno naturalmente (la capacità di resistere alle possibili future infezioni da HIV, il virus dell'AIDS).

Se la notizia fosse confermata si tratterebbe di un profondo salto sia dal punto di vista scientifico che dal punto di vista etico. Lunedì, l'ufficio di Shenzhen della Commissione ha reso noto di non avere prove sull'esperimento che il ricercatore, in congedo non pagato dal febbraio scorso presso l'ateneo per cui lavorava, dichiara di avere compiuto, e la stessa università in cui prestava servizio si è detta all'oscuro delle ricerche, che "violano l'etica e le norme" della struttura. Ha commentato così l'esperimento che avrebbe portato alla nascita di due gemelle con Dna modificato, il genetista Giuseppe Novelli, rettore dell'università di Roma Tor Vergata. Pensiamo alla morte cardiaca improvvisa: "correggendo uno dei geni responsabile si evita la malattia". E perché si tratterebbe di "sperimentazione umana". Sembra, tra l'altro, che gli organizzatori del summit siano stati tenuti all'oscuro sui piani di He. "Abbiamo a che fare con le istruzioni di un essere umano, non possiamo manipolarle con superficialità".

Tuttavia vi è chi ritiene che questi cambiamenti del Dna potrebbero risultare molto pericolosi, rischiando di danneggiare altri geni.

L'autore: "Mi sento responsabile" - Sente una "forte responsabilità" per essere stato il primo ad aver condotto un esperimento di questo tipo, il ricercatore cinese, He Jiankui, della Southern University of Science and Technology.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE