Manovra, Draghi: accordo possibile con Ue ma ridurre debito

Paterniano Del Favero
Novembre 27, 2018

"E rispondendo a una domanda sulla manovra economica dell'Italia", Draghi ha sottolineato che "nella situazione attuale c'è un dialogo" in corso tra le autorità italiane e la Commissione europea. Lo dice il presidente della Bce, Mario Draghi, rispondendo alle domande degli europarlamentari sulla manovra del governo Conte, durante un'audizione in commissione Affari economici. "Sono sempre stato fiducioso che un accordo possa essere raggiunto", quindi "non credo sia opportuno commentare" la situazione attuale. Ho detto molte volte che i Paesi ad alto debito devono abbassarlo, perché riducendolo si rafforzano. "La lezione che molti Paesi hanno imparato è che, quando la crisi ha colpito, non avevano spazio nel bilancio per intervenire". Tutto questo, ha concluso, il presidente della Bce, per "essere pronti quando colpirà la prossima crisi": in quel caso, sarà utile per i governi "avere spazio nel bilancio" per poter intervenire e contrastare gli effetti della crisi.

La Bce manterrà uno stimolo significativo anche dopo la fine del Quantitative easing (Qe), il piano di acquisto titoli dell'istituto di Francoforte lanciato per sostenere l'economia dell'Eurozona che dovrebbe terminare alla fine dell'anno. "Allo stesso tempo, i rischi legati al protezionismo, vulnerabilità nei mercati emergenti e volatilità nei mercati finanziari resta prominente", ha detto Draghi all'Europarlamento.

Draghi ha aggiunto che 'per assicurare che l'inflazione continui a procedere verso il nostro obiettivo in modo sostenuto, sara' mantenuto un grado significativo di stimolo monetario anche dopo la fine degli acquisti di asset: cio' sara' fornito attraverso la 'forward guidance' rafforzata sul percorso dei tassi e dal consistente stock di asset acquisiti e dai relativi reinvestimenti'. "I dati disponibili dalla mia ultima visita a settembre sono stati più deboli delle attese". L'audizione di Draghi si tiene in un momento in cui si moltiplicano i segnali di rallentamento dell'economia continentale, e nella riunione di dicembre la Bce fornirà i suoi dati aggiornati su crescita e inflazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE