Francia nel caos per i "gilet gialli"

Bruno Cirelli
Novembre 18, 2018

È sorto nelle zone più rurali del paese - dove il pieno di carburante costa maggiormente - e si è organizzato online per mobilitarsi contro l'aumento dei prezzi del diesel e della benzina, deciso dal governo per diminuire le emissioni di Co2. Tra i vari episodi, a Grasse, nelle Alpi Marittime, una vettura "ha cercato di forzare un blocco" investendo un poliziotto che è rimasto leggermente ferito. La notizia è stata resa nota dal ministero dell'Interno. La conducente della macchina è stata fermata.

E sono oltre 1.000 i punti critici dei blocchi dei "giubbini gialli". Sulla rue du Faubourg Saint-Honoré, la residenza presidenziale è stata accerchiata da destra e sinistra, i manifestanti sono arrivati fino a un centinaio di metri dal portone principale. La donna stava accompagnando la figlia piccola dal medico, quando i manifestanti hanno cominciato a dare colpi alla sua auto. L'automobilista, presa dal panico perche' circondata da una cinquantina di manifestanti che battevano sulla sua auto, ha premuto l'acceleratore e ha centrato la manifestante. Sotto shock, la donna è stata posta in stato di fermo. Proprio a Grande-Synthe, sull'autostrada A16, l'imponente mobilitazione ha bloccato il traffico che e' ripreso su una sola corsia dopo una trattativa con la polizia. L'uomo, arrestato, aveva sfilato il suo giubbino per dissimularsi e passare facendo credere di non far parte dei manifestanti. La manifestazione non era stata autorizzata dalla Prefettura. Ma i 'gilets gialli' hanno tenuto duro e sui social per giorni hanno elencano centinaia di azioni di protesta indette ai quattro angoli dell'Hexagone. I manifestanti in tutta la Francia, secondo gli Interni, sarebbero circa 124.000.

Si registrano dei feriti anche in altri incidenti.

Gli incidenti - Sulla tangenziale di Besancon, nell'est, un automobilista esasperato dal blocco stradale ha fatto inversione di marcia provocando un incidente con due feriti.

La mappa dei blocchi stradali che hanno fermato la Francia
La mappa dei blocchi stradali che hanno fermato la Francia

Respinti con gas lacrimogeni - Ci sono stati anche confronti fra agenti e attivisti. Lo ha reso noto il ministro dell'Interno Christophe Castaner in un comunicato. Abbiamo chiesto ai manifestanti di prendere tutte le misure di prevenzione e sicurezza. Gli annunci non sono bastati però a fermare l'onda dei gilet gialli.

La contestazione, nata spontaneamente sui social network tra una petizione, un video virale (sopra) di una cittadina bretone e una pagina Facebook, si è trasformata in una protesta totale contro la politica del governo, in particolare in materia fiscale.

Il movimento, nato da un passaparola sul web, conta migliaia e migliaia di persone esasperate che sono scese in strada indossando i giubbini giallo-fosforescente che il codice obbliga a tenere in auto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE