Tra i Sassi le sculture di Salvador Dalì - ViaggiArt

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 17, 2018

Da qualche giorno tre grandi installazioni di altrettante sculture progettate dall'artista spagnolo sono presenti a Matera come "anteprima" di una più ampia iniziativa che sarà presentata il primo dicembre e sarà aperta al pubblico dal 2 dicembre.

Dalla Grande Muraglia Cinese al tempio di Angkor Wat in Cambogia, dal Taj Mahal indiano ai siti inca di Machu Picchu sono innumerevoli le bellezze elette a meraviglie dell'umanità da parte dell'Unesco, tra le quali si annovera anche l'italiana Matera.

Da gennaio a Matera, Capitale europea della cultura 2019, si potrà camminare tra le opere di Salvador Dalí, che si troveranno in diversi punti della città a formare un grande museo a cielo aperto.

La mostra, curata dal Presidente del Dalì Universe Beniamino Levi, si avvarrà di un corpus di circa 200 opere, sparse nei punti più iconici della città lucana; per esempio, nella centralissima Piazza Vittorio Veneto è già possibile ammirare un elefante gigante, mentre un imprescindibile orologio sciolto dà una nuova luce a via Madonna delle Virtù. L'esposizione è suddivisa in quattro macroaree tematiche e sarà accompagnata da una narrazione che si snoderà lungo tutto il percorso museale.

E altri elementi destano grande curiosità: "Il percorso espositivo si svilupperà su quattro temi cari all'artista: quattro dicotomie, il tempo, millenario e fugace, l'involucro duro e il contenuto molle, la dialettica tra religione e scienza, la metamorfosi della realtà in surrealtà, accompagnano il visitatore nella conoscenza del maestro catalano, in una mostra unica nel suo genere e fortemente innovativa rispetto a tutte le precedenti esposizioni dedicate a Dalí".

Completano l'esposizione ologrammi, realtà virtuale, proiezioni 3D, video mapping, per rendere l'esperienza ancora più immersiva.

La mostra, organizzata dalla Dali Universe e realizzata con l'apporto del circolo culturale 'La Scaletta', sarà composta da 150 opere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE