Pensioni, Boeri: "Per quota 100 mancano dei fondi aggiuntivi"

Paterniano Del Favero
Novembre 17, 2018

Continua la polemica a distanza tra il ministro degli Interni e Vicepremier Matteo Salvini e il presidente dell'Inps Tito Boeri. Secondo quanto affermato dall'economista, infatti, le risorse per la Quota 100 sarebbero insufficienti per il biennio 2020-2021; la risposta di Salvini non è tardata ad arrivare.

La Manovra continua a fare discutere. Salvini chiede che si guardino "i fatti: restituiamo il diritto alla vita, alla pensione e, quindi, al lavoro ad almeno mezzo milione di italiani che potranno scegliere se e quando andare in pensione, se e quando andare a lavorare". Tuttavia, la manovra si limiterà a individuare le risorse economiche che serviranno per finanziare le due misure. "Le nostre simulazioni hanno portato a dei costi superiori rispetto a quanto previsto dal Governo".

Secondo il presidente dell'Inps, optando per l'uscita anticipata dopo il raggiungimento dei 62 anni di età anagrafica unitamente ai 38 anni di contribuzione, si potrebbe registrare un ulteriore incremento della spesa pensionistica a partire dal secondo anno in cui la misura è in vigore.

Immediata la replica di Matteo Salvini che ha chiesto le dimissioni: "Il presidente dell'INPS - si legge in un post pubblicato sulla propria pagina Facebook - è in perenne campagna elettorale ed ora ha stufato. Si dimetta, si candidi col Pd alle Europee e la smetta di diffondere ignoranza e pregiudizio". Una dura presa di posizione che lascia prevedere la volontà dell'esecutivo di dare il via libera alla misura senza fermarsi neppure davanti al no secco ricevuto dalla Commissione Europea.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE