Salvini e Fico litigano sul film di Cucchi alla Camera

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 15, 2018

La proiezione estemporanea ai cinema è ormai frequente per il film Sulla mia pelle, regolarmente trasmesso in atenei e sedi amministrative.

"Quando Stefano Cucchi muore nelle prime ore del 22 ottobre 2009, è il decesso in carcere numero 148". A interpretare il giovane ragazzo morto al Sandro Pertini di Roma a causa di un pestaggio messo in atto dai carabinieri (Per approfondire Clicca Qui), confermato da Francesco Tedesco, è l'attore Alessandro Borghi. Anche il presidente della Camera ha commentato le dichiarazioni di Salvini: "Non mi interessa fare polemica". Ma mi viene in mente chi ha sperato e spera ancora che questa storia si chiuda e di Stefano non se ne parli più.

Nel corso della giornata di ieri Sulla mia pelle proiettato alla Camera dei Deputati, dopo il bizzarro episodio avvenuto in Calabria. Gli è stato anche chiesto se avesse visto il film. (Per approfondire Clicca Qui). "Non ho tempo per il cinema", aveva tagliato corto Salvini. Posso dispiacermi per una persona che ha perso il fratello o per errori fatti da un uomo in divisa, ma non si può imputare a un intero Paese o a un sistema di 200mila uomini delle forze dell'ordine l'errore di un singolo. Secondo quanto riportato anche da Ilfattoquotidiano.it, Ilaria Cucchi ha dichiarato: "L'indifferenza di Matteo Salvini?". Io credo nella parte pulita, buona, onesta delle istituzioni. "Non sta a me né a noi, ma al potere giudiziario". "Chiamai il comandante Blanco per chiedere conferma del fatto che quella fosse la procedura corretta e lui mi diede conferma", ha dichiarato Colombo. A Milano, ad esempio nell'Aula Magna dell'Università Statale si sono presentati in oltre mille studenti (ma la capacità dell'aula era di 500).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE