Il Tg3 pagherà il viaggio agli studenti del Righi in Usa

Bruno Cirelli
Novembre 15, 2018

I tre giovani under 18 dell'Istituto tecnico industriale Augusto Righi di Napoli, composto da Mauro D'Alò, Davide Di Pierro, Luigi Picarella e guidato dai docenti di Matematica ed Informatica Salvatore Pelella e Ciro Melcarne, sono arrivati al secondo posto dell'High School Tournament della "Zero Robotics", una competizione internazionale di programmazione di robotica aerospaziale ideata dal Mit, il Massachusetts Institute of Technology, in collaborazione con la Nasa.

Sorpresa e non poco sconcerto: il Ministero dell'Istruzione avvia una serie di verifiche sulla vicenda dei tre studenti napoletani che avrebbero dovuto rinunciare a una trasferta negli Stati Uniti per partecipare alla finale di una gara internazionale aerospaziale.

"Da Napoli ad Atlanta c'è stata un'incredibile risposta di tantissime aziende all'appello dei nostri studenti", spiega nel frattempo la preside del Righi, Vittoria Rinaldi, "una reazione che dimostra quanto sia importante accendere i riflettori sulle tante eccellenze sommerse all'interno delle scuole del nostro Paese perché per fortuna le imprese pronte ad investire sul merito ci sono".

Tra coloro che hanno preso a cuore la situazione spunta il Tg3 ha "deciso di farsi carico del viaggio negli Stati Uniti a tre ragazzi dell'Istituto tecnico industriale 'Augusto Righì di Napoli".

Chi ha dato i soldi agli studenti del Righi?

Con un post sul blog del Movimento, anche il leader pentastellato Luigi Di Maio aveva annunciato una raccolta fondi tra "tutti i parlamentari e i consiglieri regionali campani per dare a questi tre ragazzi geniali la possibilità di realizzare il loro sogno".

Mentre su Facebook è intervenuto il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, ministro del Lavoro affermando: "Ho letto questa notizia che mi ha colpito molto".

Il Politecnico di Torino - che è l'ente tramite il quale le squadre italiane accedono al torneo e alla fase di pre-selezione - ha pubblicato una nota dove precisa che "il torneo di quest'anno è ancora alle fasi iniziali e la classifica viene aggiornata in tempo reale seguendo i risultati dei successivi step della gara, fino alle fasi finali; i vincitori saranno decretati a metà gennaio 2019".

Che andiate ad Alicante o a Boston.

Il Politecnico precisa che la finale per le squadre europee si svolgerà ad Alicante (Spagna) e non al MIT di Boston che invece è la sede della finale per le squadre americane. Così ha dichiarato in serata all'Ansa Davide Di Pierro.

"Il collegamento con la stazione orbitante avviene da Boston e ogni anno i ragazzi che partecipano alla finale sono invitati ad assistere alla cerimonia anche dalle sedi europee che partecipano alla competizione, quindi noi potremmo andare a Boston, come in Russia o in Australia".

Da allora era partita una gara di solidarietà, che ha visto scendere in campo soggetti tra i più diversi e anche molti cittadini comuni. Ma questo non implica l'impossibilità tout court di partecipare alla finale, che appunto si terrà in Spagna e non negli USA.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE