La doccia scozzese di Trump: tweet contro Macron-Ue poi minimizza

Bruno Cirelli
Novembre 14, 2018

D'altra parte, se Macron parlasse nella sola veste di presidente francese, dimostrerebbe quell'ambizione di potenza che i leader d'oltralpe conservano dai tempi del Re Sole. E si sono salutati con grande simpatia.

Il presidente russo Vladimir Putin, in un'intervista a RT France a Parigi, dove si trova per partecipare alla celebrazione del centenario della fine della prima guerra mondiale, ha commentato l'idea avanzata dal capo di stato francese Emmanuel Macron di creare un esercito europeo. "Noi abbiamo bisogno di ripartire meglio il finanziamento della difesa, ed è per questo che abbiamo bisogno di una migliore difesa europea", ha detto ancora Macron all'Eliseo. Ma col passare delle ore il gelo si è pian piano sciolto.

"L'11 novembre, esattamente 100 anni fa - ha detto Macron - a Parigi, come ovunque in Francia, fu armistizio".

Il capo della Casa Bianca o non ha afferrato la sfida del collega dell'Eliseo, o ha scelto di ignorarla.

Per Trump è la seconda visita in Francia, dopo l'invito di Macron a celebrare il 14 luglio nel 2017.

Pronta la replica del vicepremier e ministro dell'Interno italiano Matteo Salvini, il quale ha affermato che il rischio di una guerra per l'Europa è dato da "chi ha preso in ostaggio un sogno, il sogno europeo e l'ha sclerotizzato in una burocrazia rappresentata dalla Commissione europea che è la negazione dell'Europa". Al netto dei tentativi di Macron di ostentare quella "relazione speciale", che ormai sembra affondata per sempre, cercando più volte il contatto col suo omologo Usa. In proposito Trump ha sottolineato che occorre mettere in risalto la parità nella cooperazione. Una forza militare utilizzata anche per contrastare i continui attacchi informatici, visti i numerosi tentativi di interferire "nei suoi processi democratici interni e nel cyberspazio".

Dura anche la cancelliera Angela Merkel, che si è detta preoccupata dal nazionalismo ottuso e dilagante. "Forse l'Europa dovrebbe prima pagare la sua giusta quota alla Nato, che gli Stati Uniti sovvenzionano in gran parte!".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE