F1, Verstappen: "Ho reagito alla provocazione di Ocon"

Rufina Vignone
Novembre 14, 2018

Max Verstappen 10. Il vero vincitore del Gran Premio (non ce ne voglia Hamilton). Non si è scusato- ha detto l'olandese chiarendo che è stata la reazione di Ocon ad aver provocato la sua rabbia -. Nello stesso momento le due Ferrari si avvicinavano a Bottas, con un Vettel privo del ritmo necessario per sopravanzare la Mercedes e un Raikkonen invece in ottima forma.

Il suo passo gara è 3-4 secondi più lento di quello di Verstappen.

Una gara emozionante quella disputatasi a Interlagos in occasione del GP del Brasile, che ha assegnato la vittoria del mondiale costruttori alla Mercedes.

Velocissima sul tratto guidato, perfetta nella gestione degli pneumatici sia nuovi sia usurati, questa Red Bull era in grado di sfidare Ferrari e Mercedes alla pari, nonostante un deficit di cavalli motore. Dà spettacolo con un paio di sorpassi davvero da urlo. Punti per un ottimo Roicciardo, Bottas, Vettel, Leclerc, Grosjean, Magnussen e Perez.

Emblematico è il caso di Hamilton che, durante le qualifiche al sabato, ostacola prima Raikkonen -per altro nel giro veloce del finlandese-e poi con una manovra ai limiti del penale Sirotkin. Il pilota inglese aveva conquistato la pole position il sabato, seguito dalla Ferrari di Vettel, dal compagno Bottas e dall'altra Ferrari di Raikkonen. Un idiota che oltretutto era anche doppiato.

Come nell'ultimo gran premio, Hartley viene eliminato in Q1 e poi finisce davanti al compagno di squadra in gara.

Sul contatto Ocon-Verstappen che di fatto gli ha consegnato la vittoria: "Il contatto Ocon-Verstappen?"

Brendon Hartley 6. Dalla posizione in cui partiva, non ci si poteva aspettare miracoli. Una volta cambiate le gomme, la macchina andava decisamente bene.

Stavolta però ho assistito a qualcosa di imbarazzante e spiacevole, un precedente che nella F1 non deve esserci e che è stato trattato con ridicola superficialità dalla FIA.

Invece Max si rivela un razzo sin dal via e passa tutti i suoi avversari in pista fino alla prima posizione. Anche se la sensazione è quella che la cosa non finirà qui tra i due. Ocon è stato solo molto sfortunato, voleva semplicemente sdoppiarsi, dopo aver montato un treno di gomme soffici.

Perché Ocon ha resistito a Verstappen? Non è questa la maniera migliore per guadagnarsi un volante per il futuro.

Il voto è una media tra una qualifica superlativa, in cui arriva addirittura ad essere il primo degli altri, e una gara disastrosa. Per quanto riguarda la strategia, abbiamo fatto quello che credevamo funzionasse meglio per noi. Ma da doppiato, i piloti più veloci vanno fatti passare. Poi rischia di farsi male seriamente nell'episodio con Hamilton, ma fortunatamente ne esce indenne. Fernando Alonso alla sua ultima partecipazione a bordo di un Formula Uno taglia il traguardo in sedicesima posizione. Un problema tecnico lo mette fuori gara dopo 20 giri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE