Conte risponde a Ramos: "Serve sempre rispetto reciproco fra allenatori e giocatori"

Rufina Vignone
Novembre 12, 2018

Lo stesso Conte ai microfoni della Rai ha aggiunto: "Il mio futuro?"

"Non voglio dirla. Ci sono quattro cinque squadre: Juventus, Barcellona, Real Madrid, Bayern Monaco, Manchester City e forse anche PSG". La bandiera del Real era stato acido nel dire "il rispetto non si impone, si guadagna". Noi dobbiamo portare educazione e rispetto quando arriviamo in una squadra e altrettanto dobbiamo avere dai calciatori. Poi Conte sottolinea le differenze tra allenare in Italia e all'estero: "Noi italiani abbiamo una grandissima cultura del lavoro, professionalità e cura del dettaglio".

Devi saper mediare su quello che vorresti e quello che puoi fare. Poi il livello del nostro calcio sta crescendo, l'unico problema come detto è che la Juventus sta allargando troppo il divario con le altre. La lingua è fondamentale ma andare ad elencare tutte le differenze rispetto all'Italia è sbagliato. "Non sono la persona più adatta per parlare di questo argomento".

Antonio Conte vuole tornare ad allenare in Italia. "Bisogna abituarsi al loro stile, alla loro mentalità ma si migliora tantissimo e loro ti ringrazieranno sempre, anche quando non si vince, perchè imparano molto dal punto di vista tattico".

"Da ex ct dico che è giusto rispettare le scelte, io ora non sono il commissario tecnico".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE