Sparatoria a Thousand Oaks, in California: diversi morti

Bruno Cirelli
Novembre 10, 2018

Grazie agli agenti". Gli Stati Uniti sono regolarmente teatro di sparatorie in luoghi pubblici, che ogni volta rilanciano il dibattito sul possesso delle armi da fuoco nel Paese: "l'ultima risaliva al 27 ottobre, quando un uomo ha aperto il fuoco nella sinagoga Tree of Life di Pittsburgh.Identità e movente dell'assalitore di Thousand Oaks restano al momento ignoti.

Secondo la Cnn (che cita lo sceriffo Geoff Dean), sarebbero almeno dodici i morti, tra cui l'aggressore e lo sceriffo Ron Helus. Anche l'assalitore è morto all'interno del locale. Le forze dell'ordine sono immediatamente intervenute sul posto intorno alle 23:30 ora locale.

Long, che si è ucciso sul luogo della strage, era un veterano dei marine, dove aveva servito fra l'agosto 2008 e il marzo 2013. A quel punto si è scatenato il panico tra i giovanissimi clienti del locale: molti si sono rifugiati sotto i tavoli, altri sono riusciti a scappare nei bagni, altri ancora hanno trovato una via di fuga nel retro del bar. "Ho sentito altri colpi dietro di me, ero terrorizzata", ha aggiunto. Forse tre o quattro. Un uomo stava lanciando granate fumogene dappertutto.

Il sito Abc7 ha riportato il racconto di John Hedge, di Moorpark, riuscito a fuggire dal club. Un altro testimone, sconvolto, ha detto che Long era incappucciato e vestito tutto di nero. Serve, ha detto, "una soluzione bipartisan di buon senso per prevenire la violenza da armi da fuoco".

IL TESTIMONE "L'ho visto entrare dalla porta principale, aveva un cappello nero, guanti e camicia neri, con la barba. Non possiamo confermare che sia in custodia al momento", ha dichiarato il capitano Garo Kuredjian, della polizia della Ventura County. Il primo colpo, ha racconta al "Los Angeles Times", ha raggiunto la ragazza che conosceva e subito dopo tutti si sono gettati a terra.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE