Sequestro record di eroina a Genova

Bruno Cirelli
Novembre 10, 2018

L'8 novembre 2018 la polizia di Stato ha sequestrato circa 270 chili di eroina nel porto di Genova dentro un container provenienti dall'Iran. Per la prima volta è stata usata la tecnica della consegna controllata con l'ordine investigativo europeo: si toglie quasi tutto il carico dal tir e se ne lascia una parte che viene poi seguita dagli investigatori fino alla destinazione. L'operazione partita da cuna segnalazione della Dcsa condotta da Sco e squadra mobile insieme alle polizia di altri quattro Paesi. "È il primo caso - sottolinea Alessandro Giuliano direttore dello Sco di Roma - e sicuramente farà scuola". L'obiettivo degli investigatori è anche quello di capire ci c'è dietro a un'organizzazione di questo tipo, con una certezza: "La droga non era destinata all'Italia". A Genova, sono stati sbarcati dalla nave 31 container. 3 container trasportanti bentonite, ovvero un minerale argilloso in polvere. L'attività trae origine dalla condivisione di informazioni elaborate dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga e dal Servizio Centrale Operativo della polizia.

Gli approfondimenti investigativi sulla documentazione di trasporto facevano emergere forti dubbi sul reale destinatario della merce che figurava essere una ditta con sede in Repubblica Ceca.

Il materiale è stato quindi caricato su un tir che è stato pedinato discretamente dalla Polizia di Stato transitando per le frontiere di Svizzera, Francia, Belgio ed Olanda, attraverso il coordinamento del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia e di Eurojust.

Nell'inchiesta sono state coinvolte le Forze dell'ordine e le autorità giudiziarie di Svizzera, Francia, Belgio ed Olanda, dove l'operazione si è conclusa con l'arresto di due persone. Li ha scoperti la Polizia, coadiuvata dal personale dell'Agenzia delle Dogane, al termine di una lunga indagine che ha consentito di effettuare il più ingente sequestro di eroina degli ultimi venti anni: 270 chili di sostanza stupefacente.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE