Marsiglia, ritrovato il corpo senza vita della tarantina Simona Carpignano

Bruno Cirelli
Novembre 9, 2018

Lui conosceva bene Simona Carpignano, trentenne originaria di Taranto, in Francia per continuare gli studi e trovare un lavoro stabile. Aveva deciso di raggiungere a Marsiglia un suo amico che nella città francese aveva trovato lavoro. Lo riferiscono alcuni amici pugliesi della giovane e due post pubblicati sulla pagina Facebook "Italiani a Marsiglia" da due persone che abitano nella città del sud della Fracia. Vicinanza anche degli amici di Nizza di Simona, che in queste ore si sono uniti alla famiglia nelle ricerche.

I suoi genitori ieri hanno raggiunto la Francia e sono stati accolti dal personale del Consolato.

Simona ha il sorriso che le illumina il viso, è alta, magra, con i capelli biondi, lunghi dreadlocks, perché ama il reggae. "Simona - dice il prelato - è una delle tante nostre ragazze e dei ragazzi che hanno cercato lontano da Taranto la realizzazione di legittime aspirazioni, portando le proprie radici sempre con sé, e di cui siamo tutti orgogliosi". Al momento i soccorritori hanno estratto dalle macerie il corpo senza vita di un uomo, ma non si sa ancora con certezza quanti altri siano intrappolati. Altre 5-8 vittime, ha detto, potrebbero trovarsi sepolte. Secondo Afp sarebbero circa 12 le persone che vivevano all'interno dei palazzi crollati. A darne conto il sito del La Provence, precisando che si è riunito un tavolo tecnico per decidere sul da farsi per continuare la ricerca di eventuali vittime senza mettere in pericolo la vita dei soccorritori. "Le cause del crollo degli edifici non sono ancora accertate", ha detto il procuratore, Xavier Tarabeux, in conferenza stampa (LA FOTOGALLERY). "Bisogna far proseguire le operazioni", ha concluso. Abitava in uno dei due palazzi crollati, al terzo piano del numero 65 di rue d'Aubagne. I due edifici nel quartiere popolare di Noailles, di quattro e cinque piani, erano molto vecchi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE