Midterm, Trump alla riscossa al Senato

Bruno Cirelli
Novembre 8, 2018

In conferenza stampa Trump ha lanciato un appello al dialogo e alla collaborazione ai democratici della Camera appena persa, offrendo alla leader Nancy Pelosi appoggio per diventare speaker. "Questi sono temi che interessano anche ai democratici, e se verranno da noi con dei piani, noi negozieremo".

Un risultato amaro per il tycoon che però ha parlato di "enorme successo". Trump ha rilasciato le prime dichiarazioni su Twitter, citando lo scrittore e capitalista Ben Stein autore di The capitalist code. Trump invece ha sollecitato di lavorare insieme per un taglio alle tasse finalizzato ad aiutare la classe media, ma in cambio dovrebbe fare concessioni, e certamente non avrà i fondi per costruire il muro. Che ha poi dichiarato: "Abbiamo l'aria e l'acqua più pulite mai avute". E' un sorprendente acchiappavoti.

In ogni caso, di tanto in tanto Democratici e Repubblicani dovranno mettersi d'accordo: per esempio per approvare il bilancio, oppure per alzare il cosiddetto "tetto del debito", cioè permettere al governo degli Stati Uniti di prendere soldi in prestito per finanziare le proprie attività. Tutto grazie alla magia di Trump. Lo stesso vale per una gran parte del resto dell'agenda legislativa del Partito Repubblicano e di Trump: dato che per entrare in vigore una legge dev'essere approvata nella stessa forma sia dalla Camera che dal Senato, il presidente Trump non può più fare progetti senza tenere conto l'opinione dei Democratici.

La prima vittoria per i democratici alle elezioni di metà mandato 2018. I dem hanno infatti intenzione di ripristinare gli equilibri costituzionali sull'amministrazione Trump. Anche prima dell'arrivo dei risultati dalla West Coast, tradizionalmente democratica, la vittoria dei democratici è apparsa consistente, con la Cnn che prevede che alla fine il partito, che aveva bisogno di strappare 23 seggi ai repubblicani per ottenere la maggioranza, potrà arrivare ad avere un maggioranza di 35 seggi.

"Posso dirlo senza indugi", ha detto la senatrice democratica Kirsten Gillibrand, una della probabili candidate alle Presidenziali del 2020, "le donne stanno guidando la resistenza". Dopo otto anni, infatti, i Dem hanno strappato il controllo della Camera bassa ai repubblicani, che però mantengono il controllo della Camera alta. Di Trump? Molti hanno definito la sfida delle Midterm Elections come un referendum sul Presidente e il suo operato, altri come l'attesa dell'esito di una biopsia per capire quanto grave sia il malato America.

Il democratico Tim Kaine, candidato vicepresidente con Hillary Clinton nel 2016, ha vinto il seggio al Senato in Virginia, secondo le proiezioni della Cnn. Con il 91% dei distretti scrutinati, risulta che 51.792.910 degli elettori hanno votato democratico, mentre 46.190.531 hanno votato repubblicano.

Nel 2012, nella sua pur fallimentare corsa alla Casa Bianca, Mitt Romney aveva conquistato piuttosto agilmente diversi collegi suburbani. Al di là delle conclusioni politiche o giudiziarie di queste indagini, saranno sicuramente una grande distrazione e potenzialmente un grande imbarazzo per la Casa Bianca e i Repubblicani.

La Camera americana si è tinta di rosa in queste elezioni, vedendo la cifra record di elette. Anche lei musulmana, ha vinto in Minnesota.

Il democratico Andrew Cuomo vince le elezioni a New York e viene confermato governatore dello Stato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE