Napoli-Psg, la conferenza di Ancelotti LIVE

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 5, 2018

Ma in base al loro atteggiamento tattico è possibile che cambierà qualcosa anche nel nostro.

"Non è mai il momento giusto per affrontare le grandi squadre, ma di certo abbiamo grande rispetto di una squadra fortissima". Sul cammino dei parigini per proseguire nel torneo c'è proprio Ancelotti che - alla quindicesima gara stagionale - per la prima volta non schiererà una nuova formazione, ma confermerà quella che ha dominato per larghi tratti all'andata con Maksimovic a destra e Mertens in attacco con Insigne. All'andata il Psg ha giocato in due modi diversi. Domani cosa servirà? "Meglio di quello che abbiamo già fatto".

Che differenza c'è tra il suo Psg e quello di oggi?

Il Psg dovrà giocare per vincere, al San Paolo?

"Sono passati parecchi anni, quando c'ero io allenavo a Parigi c'era una squadra in costruzione, ora il progetto si è realizzato e manca poco per l'obiettivo di vincere la Champions League. Ora il Psg è tra le squadre più forti d'Europa". "Il girone è molto equilibrato, è incerto. La squadra mi trasmette sensazioni positive, faremo una grande partita". "Il fatto che sia tutto equilibrato è positivo per noi, all'inizio col sorteggio non era così, eravamo la terza ruota del carro, ora invece siamo lì". Di sicuro vorranno vincere perché è nella mentalità delle grandi squadre e non si speculerà sulla classifica. Qui il traguardo è più vicino, visto che la qualificazione si deciderà nelle prossime tre partite, ma giocheremo per fare il meglio delle nostre possibilità.

"Per guardare il traguardo è presto, abbiamo sicuramente margini di miglioramento e dobbiamo migliorarci senza fare calcoli in campionato e nel gruppo di Champions. Bisogna fare qualcosa in più del normale". Contro l'Empoli ci sono stati degli errori, ma vedo un gruppo attento e applicato. "Questo aumento la responsabilità dell'allenatore perché se un gruppo ti segue allora meno cavolate dici e meglio è". "Devo trovare la strategia migliore per ogni partita".

"Sappiamo che ci sarà un grande ambiente domani sera, una città intera che ci supporta, determinante sarà la prova della squadra dentro il campo per raccogliere la spinta". Alla partita d'andata abbiamo dato il peso giusto: "gara ben giocata, ma ora è già il passato e siamo concentrati solo sulla rivincita con il Psg, da cui speriamo di potere uscire con le stesse sensazioni".

E' contento del suo Napoli? "E' uno molto bravo a fare cambi durante le partite, mi sento importante per i miei compagni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE