Di Maio: "Bye bye vitalizi anche per i consiglieri regionali"

Paterniano Del Favero
Novembre 5, 2018

Alle regioni inadempienti sarà applicato un devastante taglio dell'80 per cento dei trasferimenti statali. La norma che contiene la 'sforbiciata' è nell'articolo 76 inserito dalla maggioranza M5S-Lega nell'ultima versione della legge di bilancio, aggiornata al 30 ottobre, in possesso dell'Adnkronos. Impossibile determinare a quanto ammonteranno i nuovi assegni, perchè la modalità di calcolo dovrà essere decisa entro marzo 2019 con la conferenza delle Regioni.

Quello dei vitalizi è del resto è un punto insindacabile programma del Movimento 5 stelle al governo con la Lega, e del vice premier Luigi Di Maio, e assai improbabili sono a questo punto passi indietro, e ripensamenti, come accaduto sulla realizzazione del metanodotto Tap in Puglia.

La proposta Facciolla-Fanelli prevede, come si evidenzia nella relazione di presentazione del testo, la riduzione dell'importo degli assegni vitalizi erogati a favore dei Consiglieri regionali cessati dal proprio mandato e dei loro aventi diritto, in coerenza con le finalità di contenimento della spesa pubblica e secondo criteri di temporaneità, proporzionalità e ragionevolezza.

La strada è tracciata, il destino è segnato e il Partito democratico, con una mossa a sorpresa, presenta una proposta di legge, la numero 24, dal titolo "Riduzione dei vitalizi regionali".

Il costo per le casse regionali è stato stimato per il 2019 nel bilancio di previsione del Consiglio, in 4 milioni e 935 mila euro, nel 2018 il costo è di 4 milioni e 650 mila euro.

L'Aquila. "E' ormai urgente ed improrogabile l'approvazione delle leggi, di cui sono prima firmataria, sulla riduzione e sull'abolizione del cumulo dei vitalizi". Il minimo sindacale. Quest'anno, nella prossima legge finanziaria, proporremo misure più incisive, a partire dal ricalcolo contributivo del vitalizio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE