Tanzania, caccia ai gay: "Li chiuderemo in carcere per 30 anni"

Bruno Cirelli
Novembre 4, 2018

Il suo giovane governatore, Paul Makonda, membro del partito di governo Chama Cha Mapinduzi (CCM), ha dichiarato che tale iniziativa partirà da lunedì 5 novembre.

"Ho informazioni sulla presenza di molti omosessuali nella nostra provincia", ha detto ai cronisti il governatore. Il giovane politico lo "fa in nome di Dio". "Il comportamento omosessuale calpesta i valori morali dei tanzaniani e delle nostre due religioni cristiane e musulmane". Nello Stato africano gli atti omosessuali sono illegali e punibili fino a 30 anni di carcere.

"Questi omosessuali si vantano sui social network". Nel 2004, con una nuova legge, il periodo di prigionia è stato prolungato a 25 anni. L'omosessualità femminile non viene menzionata, ma è comunque punita. Questo governo ha inasprito le pene, come ha detto lo stesso leader, "per il volere di Dio". Tsitsi Matekaire, a capo del gruppo di End Sex Trafficking, ha commentato: "La dichiarazione del governatore si scontra con i diritti umani e viola i diritti umani internazionale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE