Egitto: "Sette pellegrini cristiani morti nell’attacco a Sud del Cairo"

Bruno Cirelli
Novembre 4, 2018

Il vicario patriarcale e portavoce della Chiesa copto- cattolica in Egitto, Padre Hani Bakhoum, ha confermato che c'è stato un attacco terroristico a un convoglio di bus di pellegrini copti e ha notato che circolano informazioni non-confermate anche su alcuni morti.

Si stavano recando al monastero di San Samuele, attraverso una strada secondaria, quando, lungo il tragitto per Minya, è cominciato l'assalto dei tre autobus in cui viaggiavano. "Persone armate sconosciute hanno sparato contro due bus che trasportavano copti ed erano in viaggio verso il monastero dell'Anba Samuel", si legge sul sito dell'emittente. I jihadisti hanno imposto poi ai pellegrini, tutti copti-ortodossi, di scendere, aprendo così il fuoco in maniera indiscriminata. "È la seconda volta sulla stessa strada: la prima fu nel maggio 2017", ha aggiunto riferendosi all'attacco con quasi 30 morti dell'anno scorso. I copti sono un'importante minoranza etnico-religiosa che rappresenta circa il 10-15% dei cento milioni di egiziani e la più grande comunità cristiana del Medio Oriente. Il presidente Abdel Fattah Al Sisi che gode del loro appoggio nonostante attriti interreligiosi nella popolazione a stragrande maggioranza musulmana, ha presentato le proprie condoglianze al patriarca della Chiesa ortodossa copta, Tawadros II.

Forte la condanna che arriva dall'Ambasciata d'Italia in Egitto, dichiarando anche che "l'Italia è al fianco del Governo e del popolo egiziano nella lotta al terrorismo e a sostegno della diversità religiosa e culturale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE