Ancelotti: "Sono arrabbiato, l'Empoli ha giocato meglio di noi"

Rufina Vignone
Novembre 3, 2018

La partita si giocherà allo stadio San Paolo alle ore 20:30 e vedrà contrapposte due squadre con classifica e obiettivi stagionali nettamente differenti. "E' stata una bella lezione in vista di martedì, un avviso in attesa del Psg".

Gli azzurri sono imbattuti in casa in questo campionato - 4 vittorie, 1 pareggio - e stasera non vorranno di certo interrompere questa striscia positiva contro un avversario che, almeno sulla carta, sembra nettamente sfavorito.

Era il 19 Agosto. "Più competizione c'è e più si abbassa la quota scudetto".

Hanno raccolto, infatti, soltanto 3 punti nelle seguenti 9 partite, con solamente 7 reti all'attivo e ben 15 al passivo. Nella ripresa la squadra di Andreazzoli riapre la partita con Caputo (al 58') ma a garantire il successo dei partenopei ci pensa prima al 64' ancora Mertens, poi 90' Milik ed infine ancora lo stesso belga, che in pieno recupero in contropiede batte Provedel per il pokerissimo finale e realizza la sua personale tripletta. Il turnover massiccio del tecnico emiliano ancora una volta ha pagato, ma a conti fatti sono stati gli ingressi di Callejon e Allan nel momento più complicato (sul 2-1 con l'Empoli a premere all'inseguimento del pari) ad essere determinanti ai fini della larga, larghissima, vittoria del Napoli. In coppia con Insigne contro il Psg?

Neanche il tempo di spaventarsi che è arrivato un gol capolavoro di Mertens con uno dei suoi pallonetti da fuori area.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE