Morto il gangster "Whitey" Bulger

Bruno Cirelli
Novembre 2, 2018

Bulger aveva 89 anni ed era stato da poco trasferito da un carcere dell'Oklahoma in una nuova prigione della West Virginia. Su di lui sono stati realizzati diversi film. Fra i principali indagati per la sua morte, vi è Freddy Geas, killer della mafia italo-americana, che in passato ha già ucciso altri boss pentiti. Una leadership indiscussa (sarà la sua figura a ispirare Martin Scorsese per il personaggio di Frank Costello nel film The departed), protratta fino al 1994 quando l'Fbi bloccò i suoi traffici chiudendo le sue sale da gioco e avviando una caccia all'uomo nei suoi confronti.

James "Whitey" Bulger è morto. Un periodo che in seguito Bulger ha descritto come una "luna di miele di 16 anni". E al vecchio amico diventato boss propone la piena libertà di svolgere le sue attività illecite in cambio di informazioni per incastrare la gang rivela dei fratelli Angiulo.

James Bulger è stato fra i primi dieci più ricercati sull'elenco dell'FBI e gli fu attribuita una taglia pari a 2 milioni di dollari.

Bulger viene arrestato il 22 giugno del 2011 dopo 17 anni di latitanza in un condominio di Santa Monica: nell'appartamento vengono trovati 30 armi, più di 822.000 dollari in contanti, coltelli, e munizioni, gran parte dei quali nascosti nelle pareti. Bulger stava scontando una condanna all'ergastolo per una lunga serie di delitti tra cui 11 omicidi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE