Tortoreto, il Giro d'Italia torna dopo 8 anni: ora c'è l'ufficialità FOTO

Rufina Vignone
Novembre 1, 2018

Una frazione si disputerà tutta nella nostra regione il 17 maggio: da Vasto a L'Aquila per ricordare i 10 anni dal terremoto.

La frazione numero 16 sarà la tappa regina dalle dalle salite mitiche ma dove anche le discese possono fare la differenza e ci sarà l'insidia del meteo, come nel 1988 quando una bufera di neve decise il vincitore del Giro d'Italia.

Tappa pianeggiante - viene descritta sul sito della manifestazione - che attraverserà la pianura Padana fino alle prime pendici dell'Appennino Ligure. La tappa partirà da Ivrea, poi, da Asso, si ripercorrerà il finale del Lombardia, senza Muro di Sormano. Sono state presentate oggi le 21 tappe della 102^ edizione della corsa più importante del Bel Paese si correrà da sabato 11 maggio a domenica 2 giugno.

Saranno 7 gli arrivi in salita, comprese le 2 cronometro di Bologna e San Marino. Il giorno successivo partenza da Tortoreto Lido per raggiungere Pesaro.

Ultima frazione da non sottovalutare: 15 chilometri in quel di Verona da percorrere a cronometro, con la salita delle Torricelle a cambiare le carte in tavola. La tredicesima frazione sarà ancora di alta montagna con pendenze che arriveranno al 15% da Pinerolo a Cresolo Reale. Tre le tappe più dure: da Saint-Vincent a Courmayeur si scaleranno Verrayes, Verrogne, Truc d'Arbe e Colle San Carlo, prima dell'ascesa finale; nel tappone alpino, da Lovere a Ponte di Legno, il menu prevede 5.700 metri di dislivello, con il Passo della Presolana, la Croce di Salven, il Gavia (Cima Coppi) e il Mortirolo (Montagna Pantani); sulle Dolomiti, da Feltre a Croce d'Aune, il gruppo affronterà invece la Cima Campo, il Manghen, il Rolle e il Monte Avena.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE