Batistuta: "Roma o Fiorentina? Sono tifoso viola. Un sogno giocare con Maradona"

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 31, 2018

Gabriel Omar Batistuta festeggerà i 50 anni a Firenze, in una festa che si svolgerà nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio il prossimo 9 febbraio 2019.

Tra le pagine de La Gazzetta dello Sport, oggi, troviamo un pezzo relativo al ritorno di Gabriel Batistuta in riva all'Arno per la presentazione del docu-film "El Numero Nueve" che lo vedrà protagonista. Nardella aveva al suo fianco proprio Batistuta, in questi giorni a Firenze per girare il film. "Non ho nulla contro chi adesso dirige la Fiorentina, è stato un mio desiderio - ha precisato l'ex idolo del popolo viola -". "Certo queste due squadre sono state da tempo nel mio destino - dice -: la prima volta che sono arrivato in Italia, per il torneo di Viareggio, atterrai a Roma e uscito dall'aeroporto mi feci fotografare accanto a un cartellone della Roma". Sabato sarai allo stadio per Fiorentina-Roma? Sono in armonia con entrambe le squadre. Penso che i giallorossi possano vincere la Champions come andare fuori, hanno una squadra per fare grandissime cose. Dzeko-Simeone? Giovanni deve fare carriera ancora, ci sta mettendo impegno per lanciarsi, Dzeko è più affermato e maturo.

"In Argentina Icardi e Higuain se la stanno giocando". "Non mi è mai piaciuto mettermi in mostra ma quando mi hanno spiegato che con questo progetto potevo dimostrare ai bambini del mio Paese che si può realizzare i propri sogni allora ho detto sì - ha dichiarato l'ex bomber argentino - Ed è bello ricevere tanto affetto e rispetto specie a Firenze: pur vincendo pochissimo qui mi sono sempre sentito vivo ed è valsa la pena sacrificare le mie caviglie per tutto questo". Hanno le loro idee, i loro interessi, vanno rispettati. Le poche partite che ho fatto con lui me le sono godute.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE