GP Usa, vince Raikkonen su Ferrari: Hamilton è terzo, Vettel quarto

Rufina Vignone
Ottobre 22, 2018

"Abbiamo vinto tutti insieme e sono contento per tutta la gente che mi ha sostenuto", ha aggiunto il finlandese con la sua solita freddezza. Quarta la Ferrari di Sebastian Vettel dopo il testa coda in avvio per un contatto con Ricciardo. Il britannico viene poi scavalcato anche dal compagno di squadra Valtteri Bottas, ma poco dopo Sebastian Vettel tocca la Red Bull di Daniel Ricciardo, finisce in testacoda ed è costretto a rimontare dalla 15/a posizione. Un 'fuori programma´ che ha dato via libera al finlandese (da oggi più vincente di Hakkinen nella storia della F1) che si è tolto la più grande delle soddisfazioni, poche settimane dopo il benservito da parte della Ferrari che lo sostituirà l'anno prossimo con il giovanissimo Leclerc (oggi ritirato).

Lewis ha ammesso un pizzico di delusione: "Speravo di poter fare meglio, ma alla fine non era possibile nonostante avessi una gomma leggermente migliore di Verstappen". Rientrare al momento giusto e tenere le gomme sino alla fine è stato un po' un atto di equilibrio che abbiamo dovuto fare. "Chiaramente anche Lewis era al limite e sono contento di aver chiuso secondo". Gli fosse anche riuscito, non sarebbe però bastato perché Vettel ha escluso ogni pericolo passando Bottas e mandando in fumo il primo match point iridato. Il tedesco ora si trova a 67 punti dalla vetta con 4 gare da disputare, situazione che sembra non lasciare scampo al pilota del cavallino. Nella seconda sessione, ancora Hamilton leader, davanti a Gasly (Toro Rosso) e Verstappen. Al termine della safety car Vettel è quinto alle spalle di Max Verstappen, che pure ha rimontato dalla 18/a posizione di partenza. Ma abbiamo mantenuto una velocità regolare, tenendo le gomme in vita negli ultimi giri. Questo risultato ha impedito a Hamilton di vincere il titolo, ma ha solo ritardato ciò che è ormai inevitabile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE