Antitrust avvia procedimento contro Ryanair sui bagagli

Paterniano Del Favero
Ottobre 21, 2018

È il tempo concesso dall'Antitrust alla compagnia aerea Ryanair per dire la sua su quella che l'autorità ritiene una pratica commerciale scorretta: ovvero la decisione della compagnia irlandese di far pagare di più per il bagaglio a mano. Per poter usufruire del bagaglio a mano da 10 Kg, il cliente dovrà pagare un costo aggiuntivo che può variare a seconda della tempistica e della modalità scelta: si potrà acquistare la 'Priority' e portare con se in cabina il proprio trolley o optare per l'imbarco nella stiva.

La compagnia aerea Ryanair adesso ha 9 giorni per rispondere alle contestazioni e far valere la propria tesi.

L'iniziativa di Antitrust fa seguito al coro di proteste delle associazioni di consumatori. Per l'Antitrust c'è un danno per i consumatori costretti a pagare un supplemento rispetto alle tariffe standard della compagnia per un servizio - lo spazio per il bagaglio a mano grande - che è un elemento essenziale del contratto di trasporto.

La compagnia irlandese in passato ha comunicato che il costo del bagaglio è di 8 euro ma se il cliente lo aggiunge in un secondo momento questo sale a 10. Esultano i consumatori, in primis Altroconsumo e Codacons che sottolineano le "migliaia di telefonate e messaggi dei viaggiatori per protestare sul pagamento in più richiesto da Ryanair" e ricordano anche che le ripetute modifiche delle regole e condizioni per il trasporto del bagaglio a mano potrebbero esporre i consumatori al rischio di incorrere in altri sovra costi - previsti per il mancato rispetto delle nuove condizioni - nel caso in cui si presentino al gate con un bagaglio a mano non registrato.

Analogamente, è stato avviato un diverso procedimento istruttorio, con contestuale avvio del subprocedimento cautelare, nei riguardi di Wizzair che dal primo novembre modificherà in modo speculare la propria policy bagagli a mano, richiedendo ai consumatori un supplemento per il trasporto del trolley in cabina.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE