Gravina evasivo sugli scudetti della Juventus

Rufina Vignone
Ottobre 20, 2018

Sul possibile inserimento in Figc di Beppe Marotta, Gravina aggiunge: "Non ci siamo più sentiti, è rimasta quell'idea di riflessione iniziale: valuteremo settimana prossima".

Che cos'altro si può fare per far capire alla Juve che non ne ha 36 ma 34?

A margine dell'Assemblea di Lega Pro nella quale ha rassegnato le dimissioni da presidente, Gabriele Gravina ha parlato così dello stato del calcio italiano dopo le parole di Leonardo Bonucci che aveva definito la situazione ancor peggior di un 'anno zero': "Io prendo indicazioni, suggerimenti da chi sta sul campo, e credo che Bonucci mi abbia dato un carico di responsabilità importante che raccolgo con piacere perché condivido la sua posizione". Gabriele Gravina definisce come "un atto di correttezza" la sua decisione di lasciare la carica di numero uno della terza lega professionistica nazionale, un passaggio che rappresenta il preludio alle ormai imminenti elezioni per la presidenza della Figc, che il 22 ottobre lo vedranno vestire i panni del candidato unico. Non mi piace fermarmi a contare il numero degli scudetti.

Non si tratta di un problema di serietà?

"Per l'iscrizione ai campionati - continua Gravina - dovremo eliminare le zone d'ombra che ci sono soprattutto nella modalità d'applicazione. Se sono stati tolti, bisogna accettare e rispettarlo".

Il tema dei playoff è caldissimo: "È solo di un'idea che non fa parte del programma".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE