Oettinger: no della Ue alla Manovra. Poi ritratta

Paterniano Del Favero
Ottobre 19, 2018

Lo ha detto il commissario europeo per il Bilancio, Guenther Oettinger, sottolineando che "si è confermata l'ipotesi che la bozza di bilancio 2019 non è conciliabile con gli obblighi esistenti nell'Ue". Una lettera del commissario agli Affari economici Pierre Moscovici dovrebbe arrivare a Roma giovedì o venerdì, scrive il magazine.

Sarà dunque rispedita al mittente il Documento che contiene i capisaldi della Manovra e le previsioni di un deficit/Pil al 2,4% nel prossimo anno. Non verrà fatta una controproposta ma ci si limiterà a indicare le violazioni dei dati di riferimento. E quando, prima del bilaterale con la Merkel, i giornalisti gli chiedono cosa accadrà in caso di bocciatura, l'autoproclamato avvocato del popolo italiano risponde così: "Confido in un dialogo costruttivo, sicuramente avremo delle osservazioni e ci confronteremo con esse". È articolata, è una manovra per invertire la tendenza verso cui era orientata ormai l'economia italiana. Poi sempre lui ha corretto il tiro parlando di un'opinione personale e solo della probabilità di una richiesta di correzione, precisando anche che nessuna decisione è stata già presa. La Commissione ha affermato di non aver ancora preso una decisione definitiva se respingere o meno il piano.

La risposta italiana alle minacce di Bruxelles non si fa attendere, e arriva dalle due bocche di fuoco del governo - Salvini e Di Maio - e dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Salvini. "La manovra farà crescere l'economia italiana e sento che l'Europa preannuncia che la boccerà".

"Oettinger si morda la lingua tre volte prima di parlare", è l'anatema lanciato da Di Maio. "Se c'è un margine per cambiare la manovra?". La linea sembra chiara: aspettare qualche giorno per pubblicare il parere Ue in modo tale da fare far sì che l'Italia abbia tre settimane per correggere la Manovra.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE