Valeria Golino e Riccardo Scamarcio raccontano la fine del loro amore

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 18, 2018

Intanto nella sua vita c'è una nuova persona, l'avvocato Fabio Palombi: "Da circa un anno, ma non è una relazione come le precedenti, non abitiamo insieme, cosa che per me è una novità".

Sul femminile F, Valeria Golino, 53 anni il 22 ottobre, racconta "La delusione sentimentale è stata fortissima, la più grande della mia vita. L'idea mi faceva paura ma alla fine ci siamo divertiti un sacco". Insieme da dieci anni hanno condiviso una parte importante della loro vita, tanto che la stessa Golino, qualche mese fa, confidò a Grazia di aver avuto il desiderio di avere un figlio con Riccardo: "In passato ho cercato di avere un figlio da lui, ma non è venuto". Abbiamo fatto il film insieme, ok.

Il film, scritto dalla Golino con Francesca Marciano, Valia Santella e la collaborazione di Walter Siti e con nel cast anche Valentina Cervi e Jasmine Trinca, ha come titolo "Euforia" perché, si legge nelle note di regia, "è quella sensazione bella e pericolosa che coglie i subacquei a grandi profondità quando ci si sente felici e totalmente liberi". Se vuoi bene a una persona, poi ti riconcili.

La delusione per la separazione con l'attore è forte: Da donna, però, la ferita resta. "E con quella il disincanto verso l'amore". "Poi però mi ha dato il copione da vedere, per un parere, e da attore, animale, ho sentito un odore di personaggio pazzesco".

Scamarcio parlando di Valeria Golino ha invece raccontato che l'ex compagna l'ha contattato per per avere un'opinione riguardante il film che voleva realizzare e, non trovando l'interprete giusto per il ruolo dell'uomo d'affari omosessuale Matteo, che si occupa della malattia del fratello Ettore (Valerio Mastandrea), gli ha chiesto se voleva la parte. È lui stesso a raccontarlo a Vanity Fair cui confessa di non avere ancora superato il dolore legato alla rottura: "È una sconfitta, una cosa estremamente dolorosa dalla quale non sono ancora guarito". Oggi tra i due sembra esserci soltanto un mero rapporto lavorativo, "le persone smettono di vedersi, ma la storia continua anche senza di loro". Lei è più intelligente di me, anche più sensibile. Potremmo mandarci affanc***o anche domani. Ma chissà cosa succederà. "Io sono una testa di ca.o".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE