Chi l’ha visto, Federica Sciarelli abbandona la trasmissione: cosa sta succedendo

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 18, 2018

Fabrizio Salini e Marcello Foa sono garanzia di imparzialità e competenza. "Anzi, per me in Rai qualcuno di quelli nominati da Renzi dovrà restare", ha detto il leader della Lega rispetto alla questione delle nomine di direttori di rete, di tg e alle figure apicali dell'organigramma aziendale. "Occorre valorizzare non sempre gli stessi - ha sottolineato - ma anche altri e valorizzare non significa chiedere obbedienza politica ma augurarsi un po' più di equilibrio dal servizio pubblico".

Federica Sciarelli è senza alcun dubbio il valore aggiunto di Chi l'ha visto, il suo stile schietto piace al pubblico e il successo settimanale della trasmissione è sotto gli occhi di tutti. Non e' mancato un lungo post su Facebook del deputato Pd e segretario della Commissione di Vigilanza, Michele Anzaldi, che definendo le parole di Salvini "imbarazzanti e gravissime" chiede polemico, chiamando in causa i consiglieri Rai, a partire da Laganà, Borioni e Rossi "Davvero il presidente della Rai Foa si sta occupando delle nomine dei telegiornali, che sono un'esclusiva responsabilità dell'amministratore delegato?" E a quest'ultima Salvini - in linea con la teoria di Steve Bannon per cui le emittenti radio sono culturalmente e politicamente decisive, e in America sono per lo più d'orientamento conservatore - tiene particolarmente, nella sua convinzione così riassunta a tavola: "Va cambiato e rinfrescato il racconto del Paese, senza strappi, senza faziosità".

Mamma Rai, matrona romanesca, è lontanissima da qui, ma da quassù qualche elemento per capire che cosa abbia in mente Salvini si può avere. Tra i favoriti per il notiziario della prima rete ci sarebbe anche Federica Sciarelli, l'attuale conduttrice di Chi l'ha visto?, molto gradita al Movimento 5 Stelle.

"Tutti i tiggi anche quelli Mediaset non fanno che attaccarci. E non è giusto, nel caso della televisione pubblica, per chi paga il canone e che vorrebbe magari un racconto più completo". Eppure Foa e Salini avrebbero già fornito a Salvini e Di Maio una rosa di nomi, sulla quale i due vicepremier starebbero "serenamente" ragionando, per usare l'avverbio scelto dal leader della Lega. Poi ci sono quelli che tengono in considerazione anche la qualità e quelli che guardano solo alla fedeltà. Una convinzione Salvini sembra averla: "Va ridimensionato lo strapotere degli agenti esterni nella produzione dei programmi".

Dunque, la linea di Salvini sulla Rai non è quella del non faremo prigionieri. "Spero - ha concluso - di avere la fortuna che ho avuto finora, di non dovere telefonare mai a un direttore di telegiornale, anche se negli ultimi mesi questa tentazione mi è venuta vedendo come ci trattano". E se Salvini davvero non farà mai il numero telefonico di Saxa Rubra, almeno da questo punto di vista - ma è possibile? - si potrà parlare di discontinuità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE