Berlusconi a Gattuso, Milan a due punte

Rufina Vignone
Ottobre 15, 2018

Come riportato dall'ANSA, l'ex Premier ha parlato negativamente del gioco della squadra di Gennaro Gattuso: "No, non mi piace. Credo e spero che il Monza possa fare un'eccezione in questo calcio, tutto fatto di nomi stranieri, incomprensibili e impronunciabili, e che possa spingere a un'imitazione, andando oltre il cattivo esempio che i giovani ricevono dai giocatori con i quali sono in campo". "Higuain - ammette Berlusconi dopo il pareggio 1-1 con la Triestina - è un goleador che mancava al Milan da anni ma non capisco perché non sia supportato da una seconda punta come Suso". Non capisco perché ci arrivo io, ci è arrivato Ancelotti e anche Capello e non ci arriva l'attuale guida tecnica.

"Chi vincerà il derby?"

Fermi i campionati di Serie A e B per gli impegni delle Nazionali, domenica 14 ottobre sarà comunque un giorno storico per il calcio italiano, quello dell'esordio sulle tribune del "Brianteo" di Monza di Silvio Berlusconi nei nuovi panni di proprietario del club brianzolo, di cui Fininvest ha rilevato il 100% delle quote dalla famiglia Colombo lo scorso 25 settembre.

"Un derby entro tre anni con il Milan come spera Galliani?"

Nonostante l'apparente disinteresse, il neo patron non dimentica la sua fede: "Sono rossonero dalla nascita". Voglio ragazzi ordinati, che si presentino bene, che siano senza barba, senza tatuaggi e senza orecchini.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE