Def, ok della Camera alla nota di aggiornamento

Paterniano Del Favero
Ottobre 14, 2018

Dopo l'ok arrivato dal Senato, anche l'Aula della Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sulla nota di aggiornamento al Def. Il testo ha ottenuto 331 voti favorevoli e 191 contrari.

Al Senato, i voti favorevoli sono stati 165, i contrari 107, gli astenuti 5; alla Camera 333 sono stati i voti a favore, rispetto ai 188 contrari e a 9 astenuti.

L'Aula della Camera ha approvato la legge cosiddetta sulle elezioni pulite, che introduce norme per rendere più trasparente la procedura alettorale, a partire dall'introduzione di urne semitrasparenti. La maggioranza chiede al governo di introdurre la quota 100 per le pensioni, avviare il reddito di cittadinanza e la pensione di Cittadinanza e riformare i centri per l'impiego.

I senatori nei prossimi giorni saranno chiamati a votare l'aggiornamento del piano di rientro, cioè il pareggio di bilancio che però è stato rinviato a sine die.

Tra gli impegni al Governo contenuti nella risoluzione presentata dalla maggioranza in Senato ci sono vari elementi. A margine del dibattito il capogruppo M5s, Stefano Patuanelli, ha dichiarato che "in primavera si prevedono le partenze della riforma Fornero e del reddito di cittadinanza". Secondo quanto contenuto nella risoluzione di maggioranza, il deficit salirà al 2,4% nel 2019, per poi scendere al 2,1% nel 2020 e all'1,8% nel 2021.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE