Le nuove etichette carburante entrano in vigore. Ecco come funzionano

Paterniano Del Favero
Ottobre 12, 2018

Entra infatti in vigore, nell'Unione Europea, l'obbligo di apporre sui nuovi veicoli e su tutte le pompe delle stazioni di rifornimento e di ricarica le etichette carburante conformi allo standard definito nella norma EN 16942. È l'effetto di un regolamento europeo del 2014, recepito in Italia nel 2017, che vuole facilitare gli automobilisti a scegliere il carburante adatto anche in Paesi diversi dal proprio.

12 ottobre 2018 Carburanti, rivoluzione ai distributori: le nuove etichette per riconoscere benzina, diesel e gas Una vera e propria rivoluzione ai distributori di carburante di tutta Italia. "Tutto è nato - spiegano all'Unione Petrolifera (Up) - dall'esigenza di rendere uniforme, in un contesto di sviluppo dei carburanti alternativi, le etichette dei vari carburanti, anche per evitare confusione nei rifornimenti. Accanto ai tradizionali 'super', 'diesel', gpl o altri, compariranno nuove etichette".

La sagoma delle etichette per la benzina è a forma circolare mentre la sagoma delle etichette per il gasolio di forma quadrata. Per quanto riguarda il diesel, B7 o B10 si riferiscono a contenuti di biodiesel rispettivi del 7 e del 10%, e XTL è invece la sigla del gasolio sintetico non derivante dalla raffinazione del greggio. I carburanti gassosi (bollino a forma di rombo) verranno indicati con H2 per l'idrogeno e in CNG per il gas naturale compresso, mentre LPG è il Gpl e LNG il gas naturale liquefatto.

Cambierà molto per gli automobilisti? L'obiettivo è quello aiutare gli utenti nella scelta del carburante; in questo modo l'automobilista, per non incorrere in errore, sarà sufficiente controllare la sigla del combustibile del proprio veicolo associandola immediatamente con quella dell'impianto di distribuzione.

DOVE TROVARE LE SIGLE - La direttiva Ue richiede che le etichette vengano applicate su tutte le stazioni di rifornimento dell'UE e sui veicoli immessi sul mercato per la prima volta o immatricolati a partire da oggi, data in cui entra in vigore il nuovo provvedimento. Coinvolti nelle nuove etichettature anche i veicoli elettrici: è infatti in preparazione una norma specifica. "Questa normativa - commenta il presidente di Faib-Confesercenti, Martino Landi - avvicinerà la rete italiana agli standard europei, dando al consumatore certezza sulla qualità e composizione dei prodotti che immette nel serbatoio del proprio veicolo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE