In mostra gli eroi di Pixar

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 12, 2018

L'intento della mostra, nata nel 2005 per il MOMA di New York e poi esportata un po' in tutto il mondo, è quello di svelare al grande pubblico la fase creativa e nascosta che c'è dietro a ogni film di animazione, dimostrando come la squadra di tecnici, disegnatori, autori, musicisti e registi della Pixar, utilizzi l'animazione computerizzata e i digital media più all'avanguardia, fondendoli con i tradizionali strumenti artistici. Il percorso espositivo, diviso in tre sezioni - Personaggi, Storie, Mondi - è arricchito da una selezione di video, proiezioni e due installazioni spettacolari, l'Artscape e lo Zoetrope, che, attraverso la tecnologia digitale, permettono di rivivere le opere esposte ricreando l'emozione e il fascino suggestivo dell'animazione. "30 anni di animazione" che resterà aperta al pubblico dal 9 ottobre 2018 al 20 gennaio 2019. L'edizione italiana della mostra è curata da Maria Grazia Mattei, promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale, prodotta dall'Azienda Speciale Palaexpo, ideata e organizzata da Pixar Animation Studios e realizzata con la collaborazione di Meet - Fondazione Cariplo. In parole semplici, si ha davvero la sensazione di entrare dentro l'opera e di poterne osservare tutti i dettagli, attraverso un montaggio realizzato apposta per la mostra.

In rassegna una raffinata selezione di oltre 400 opere che mostrano lo spettacolare patrimonio artistico creato per ciascun film, fatto di disegni a matita e pennarello, dipinti in acrilico, guazzo e acquerelli, dipinti digitali, calchi, modelli fatti a mano, tutti lavori nei quali l'arte e il design giocano un ruolo essenziale e danno vita, insieme all'animazione digitale, al prodotto finale. Per citare qualche titolo basti pensare che portano la firma della casa cinematografica "Toy Story" (primo film interamente animato al computer), "Monster & Co.", "Alla ricerca di Nemo", "Cars", "Inside Out" e "Coco". È arrivata la mostra che fa per voi. "Pixar. 30 anni di animazione" è concepita per approfondire il lavoro di quella che è una vera e propria bottega rinascimentale digitale che crea capolavori, dove disegno a mano, scultura e informatica coesistono sul grande schermo in una sintesi armonica".

In principio fu il corto "Luxo Junior", sulla lampada bambina dalla sconcertante espressività, che anni dopo diventerà il logo della Pixar, la celebre casa di produzione cinematografica californiana.

Un ricco programma di proiezioni di tutti i lungometraggi Pixar, il ciclo di incontri "A regola d'arte" e i laboratori per le scuole e le famiglie, affiancano l'esposizione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE