Il chitarrista dei Negramaro fuori pericolo dopo il ricovero del mese scorso

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 12, 2018

Le condizioni di salute di Emanuele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro ricoverato in Rianimazione al Vito Fazzi per un'emorragia cerebrale dal 17 settembre scorso stanno lentamente migliorando. Lo comunicano i medici che "dopo un'attenta e ponderata analisi hanno deciso di sciogliere la prognosi".

Pare, ormai superata la parte più complessa di questo ricovero, ma i medici dicono che i prossimi dieci giorni saranno fondamentali per capire appieno le condizioni di Spedicato: "Superata la fase più difficile, i prossimi dieci giorni saranno fondamentali per i sanitari, che dovranno monitorare accuratamente le condizioni del paziente, al fine di valutare la possibilità di un suo trasferimento in un centro specializzato, così da poter avviare un adeguato percorso di riabilitazione". Sorti seguite da vicino anche da un altro amico, Rosario Fiorello: i loro tweet. Ed in questa fase così delicata la band chiama tutti i supporter a "restare uniti" accanto a Lele. Ora Lele è fuori pericolo, possiamo dirlo, ringraziando la cura e la dedizione dei medici del "Vito Fazzi" di Lecce che lo hanno seguito e lo seguiranno in ognuna delle delicatissime fasi verso la completa guarigione. Siamo sicuri che questa energia stia contribuendo tantissimo a dare a tutti la forza per reagire, soprattutto alla famiglia che gli è stata sempre accanto.

Emanuele Spedicato il 17 settembre scorso era a bordo piscina assieme alla moglie, l'attrice Clio Evans, quando ha avvertito una fortissima cefalea prima di cadere a terra privo di sensi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE