Salvini: 8-9 miliardi per reddito cittadinanza, 7-8 per Fornero

Paterniano Del Favero
Ottobre 11, 2018

Nel libro, viene spiegato che "Il sacrificio (imposto dalla riforma Fornero, ndr) naturalmente, non è stato chiesto ai potenti, ai ricchi, bensì ai pensionati e ai pensionandi, lavoratori su cui si era già abbattuta da qualche anno la più grave crisi economica del dopoguerra". Che aggiungendosi alle 45 mila uscite previste dalla Legge Fornero, andranno in pensione circa 70 mila tra medici e dirigenti medici. "Val la pena di chiedersi se un possibile esodo di massa sia sostenibile non solo sul versante dei conti pubblici (come ormai sembra accertato in senso negativo), ma pure dal lato delle dinamiche del mercato del lavoro, soprattutto per quanto riguarda l'offerta", è il commento di Giuliano Cazzola sulle pagine di startmag.it. Per il personale ATA la questione è più semplice, ma ci sono comunque aspetti su cui intervenire. E ha aggiunto: "Se la matematica non e' un'opinione, ci sono 7-8 miliardi per la Fornero, ce ne sono 8 per il reddito".

Quota 100 sarà senza "senza penalizzazioni, senza paletti, senza limiti, senza tetto al reddito". "La Fornero è stata una legge ingiusta - ha ribadito - e va abolita". Per chi è più anziano resta sempre l'asticella dei 38 anni di versamenti: di conseguenza la Quota potrebbe crescere, ad esempio a 101 per chi ha 63 anni di età e 38 di contributi, 102 per chi ha 64 anni e così via. Smentite anche le ipotesi di rimpasto. "Certo è che le promesse fatte in campagna elettorale sono sparite". A chi gli domanda se i numeri snocciolati siano stati fissati definitivamente, Di Maio - ai microfoni di 'Radio Radicale' - replica: "Direi di sì". "La manovra guarda avanti e non torniamo indietro". La disciplina verrà inserita in un ddl collegato alla legge di bilancio. Cosi il vice premier Matteo Salvini a 'Radio Anchi'io' su Rai Radio 1. Questo per incentivare l'adesione alla riforma del governo e quindi il turnover nel mondo del lavoro.

E infine l'allarme dei mercati sulla legge di bilancio. "Altrimenti si continueranno a contare le vittime dell'austerity e della conseguente privatizzazione della previdenza sociale, mentre la propaganda non smetterà di fomentare uno scontro generazionale per fare cassa utilizzando i soliti falsi miti". Non a caso il ministro dell'economia Giovanni Tria ha ricordato in una nota che "ora si apre la fase di confronto con la Commissione Europea, che potrà valutare le fondate ragioni della strategia di crescita del Governo delineata dalla manovra", auspicando che il dialogo con Bruxelles "rimanga aperto e costruttivo, tenendo conto delle reali esigenze di cittadini e imprese e del ruolo che svolgono le Istituzioni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE