Mondiali Volley 2018, sesta vittoria per le azzurre. Battuta l’Azerbaigian per 3-0

Rufina Vignone
Ottobre 11, 2018

La 'ragazze terribili' di coach Mazzanti calano pertanto il settebello, la settima perla in una preziosa collana dalla quale è stato sfilato soltanto un set, il primo perso nel match contro la Cina [VIDEO]. Come da pronostico quindi le azere non si sono rivelate un avversario molto ostico ma di certo va dato merito alle azzurre per aver affrontato il match con la consueta serietà e concentrazione.

Con un paio di interventi a muro nel momento più difficile, Paola Egonu ha avviato la rimonta dell'Italia: "Dopo un inizio difficile, in cui la Russia ci ha messo in difficoltà, dal secondo set siamo cresciute molte, senza dargli l'opportunità di replicare - ha commentato l'azzurra, miglior realizzatrice dell'incontro con 29 punti - Sapevo che questo gruppo avrebbe spinto al massimo al Mondiale, lottando con tutte le proprie forze per la qualificazione".

E' bastata poco più di un'ora all'Italia femminile di pallavolo per battere la Thailandia nella seconda sfida partita della seconda fase dei Mondiali di pallavolo 2018.

Senza storia il terzo parziale, grazie a un avvio sprint le ragazze di Mazzanti sono state capaci di arrivare sull'8-0 al primo tempo tecnico. Gli arbitri del match sono stati: Cacator Iativa.

Il terzo set si apre con un turno in battuta di Danesi davvero micidiale: 10-0 il parziale. Nel finale di partita ha esordito nel Mondiale la schiacciatrice Pietrini.

Fermo restando che le nostre atlete dovrebbero perdere contro Russia ed USA, due gare certamente difficili, ma già con le campionesse olimpiche cinesi hanno dimostrato di potersela giocare alla pari con chiunque e, dunque, con ogni probabilità anche con le nazionali vincitrici delle ultime tre edizioni iridate. Alla terza fase manca poco, però bisogna continuare a ragionare una partita alla volta. E servirà una pazienza diversa, visto che le asiatiche sono una squadra rognosa in difesa. "Questo Mondiale è veramente lungo e stressante, domani sfrutteremo appieno il giorno di riposo per recuperare ". Altra prestazione eccellente di Egonu e Chirichella. Tra le cose insolite da raccontare, a testimoninaza di un dominio assoluto, anche il punto in bagher di Monica De Gennaro. Libero: Pannoy. Nuanjam, Tomkom, Kamlangmak, Moksri, Pairoj. All.

Italia: 3 a, 6 bs, 12 m, 18 et. L'Azerbaigian infatti ha chiuso la prima parte del tabellone con appena la quarta posizione del girone C a quota 6 punti, mostrando poi un tabellino di 3 sconfitte e solo due vittorie.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE