Papa: "Abortire è come affittare un sicario per risolvere un problema"

Bruno Cirelli
Ottobre 10, 2018

"La violenza e il rifiuto della vita - ha detto ancora il Papa nell'udienza generale - nascono in fondo dalla paura". L'accoglienza dell'altro, infatti, è una sfida all'individualismo. Per Bergoglio, infine, "dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita!" Per capire meglio tale passaggio, Bergoglio indica come esempio la scoperta di una figlio disabile, di una grave malattia nel nascituro: "I genitori sono spaventati e avrebbero bisogno di vicinanza, invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza".

Nella sua catechesi sul quinto comandamento, "non uccidere", il Pontefice ha parlato a lungo dell'interruzione volontaria di gravidanza, in particolare sull'aborto terapeutico.

"Siamo in una nuova era, in cui il processo di riavvicinamento e riconciliazione tra Corea del Nord e Corea del Sud si muove a grandi passi, ringraziando Dio. - prosegue - Il Papa ha citato nove volte la Corea nell'ultimo anno, mostrando tutta la sua vicinanza e sollecitudine verso il popolo coreano, e sostenendo con tutto il cuore la pace". La prima proposta in quel caso è: "Lo mandiamo via?". Questi sono parametri errati per valutare la vita. Aggiungendo che l'aborto è una atrocità e che oggi viene usato esattamente come facevano i nazisti, per eliminare qualunque bambino con problemi fisici.

Abortire significa "far fuori una vita umana per risolvere un problema, è come affittare un sicario". Non si può non è giusto, è piccolo per risolvere un problema, è come affittare un sicario. Ma come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare? La vita altrui, ma anche la propria, perché anche per essa vale il comando: "Non uccidere".

Quindi il monito ai giovani ai quali è dedicato il Sinodo dei Vescovi in corso in Vaticano: "A tanti giovani va detto: non disprezzare la tua esistenza!" Tu sei un'opera di Dio! "Carissimi, pregando il Rosario, invocate l'intercessione della Beata Vergine Maria su ogni vostra necessità e sulla Chiesa, affinché possa essere sempre più santa e missionaria, unita nel percorrere le strade del mondo e concorde nel portare Cristo ad ogni uomo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE