Gp Giappone, Vettel: "E' stato un disastro"

Rufina Vignone
Ottobre 10, 2018

Anche Toto Wolff è molto sorpreso di questo, e infatti ha dichiarato alla stampa che la Power Unit Ferrari nelle ultime gare non ha fatto la differenza come nelle precedenti.

Si nota anche analizzando i due grafici in basso quanto le Ferrari di Vettel e Raikkonen siano state lente durante la gara sia nel primo che nel secondo stint. Certo, sappiamo che adesso vincere è difficile, ma cosa abbiamo da perderci in questo momento? Poco dopo la ripresa regolare della gara Vettel tenta di attaccare Verstappen ma entra in contatto con la Red Bull e va in testacoda: il tedesco deve dunque ripartire dal fondo del gruppo e vede la sua gara decisamente compromessa. Giro 23 e 24 tocca alle due Mercedes, prima Bottas e poi Hamilton che conserva la testa della corsa. Ma Vettel finisce nel tritacarne e domani mattina alle 8 partirà soltanto ottavo (ersa nono prima della penalizzazione di 3 posizioni subita da Okon).

"È veloce, ma non aiuta il suo modo di ritornare in pista con Kimi", ha detto Vettel, quando gli è stato chiesto come considera l'atteggiamento di Verstappen nei confronti degli avversari. Il mondiale per Sebastian si può dire finito. Domattina il via della gara a causa del fuso orario è alle 7,10 con diretta esclusiva SKY, mentre per i più... pigri e per i delusi ferraristi che non ritengono degna la loro squadra della levataccia, c'è la replica in chiaro alle 21,15 su TV8.

Formula 1 in Giappone, alle 8 ci si gioca la Pole. Eppure non è stata una SF71H da "buttare" quella vista sul circuito di Suzuka anche se Mercedes è sembrata ancora davanti a livello di performance.

COLPE FIFTY FIFTY Non è così che si vincono i mondiali, cedendo alla foga.

Undici anni fa, Sebastian Vettel muoveva i primi passi nel mondo della F1 al volante della Toro Rosso, "evoluzione", se così la possiamo chiamare, della nostrana Minardi, uscita dalle scene due stagioni prima. Motivo del disastro delle qualifiche: una sbagliata interpretazione del meteo che ha fatto sì che, di comune accordo tra piloti e muretto box, i due Cavallini scendessero in pista con le gomme intermedie nonostante la pista fosse ancora abbastanza asciutta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE